Carabinieri (Foto archivio)
Carabinieri (Foto archivio)

Bergamo, 13 giugno 2018 - Dramma nel tardo pomeriggio a Strozza. Un uomo di 73 anni ha perso la vita dopo essere caduto nella discarica tra il monte Botto e il monte Castra, sotto sequestro da tre anni dopo il ritrovamento al suo interno di rifiuti speciali.

La dinamica della tragedia è ancora al vaglio dei carabinieri di Zogno intervenuti sul posto. L'anziano era uscito nel pomeriggio e si era avventurato nel bosco nella speranza di trovare molti funghi, visto il clima degli ultimi giorni. A un certo punto, però, pare abbia oltrepassato la recinzione della discarica e ci sia finito dentro. Una caduta di una trentina di metri che non gli ha lasciato scampo. Ancora non si conoscono le generalità della vittima, residente nella zona. I militari hanno lavorato fino a tarda sera per capire come siano andate esattamente le cose e individuare eventuali responsabilità. Anche il sindaco Riccardo Cornali si è recato sul luogo della tragedia.

L’area dell’ex cava di Strozza era stata posta sotto sequestro nel giugno del 2015 dal Corpo Forestale dello Stato su ordine della Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Brescia. Il sito, della superficie complessiva di circa 200mila metri quadri, compresa tra il Monte Botto e il Monte Castra, doveva essere oggetto di recupero ambientale ma al suo interno erano stati, invece, smaltiti rifiuti speciali.