Incidente in partenza. Finisce male l’anno per Matteo Rivolta

Matteo Rivolta, nuotatore milanese, ha riportato una lesione al tendine del bicipite durante gli Europei in vasca corta di Otopeni. Non dovrà operarsi ma sarà costretto a terapie. La sua ultima stagione agonistica è a rischio.

Incidente in partenza. Finisce male l’anno  per Matteo Rivolta
Incidente in partenza. Finisce male l’anno per Matteo Rivolta

L’anno del nuotatore milanese Matteo Rivolta non si conclude al meglio. L’azzurro, classe 1991, è reduce dagli Europei in vasca corta di Otopeni. In Romania, le cose non sono andate per il verso giusto, anzi, se possibile è tutto andato storto. Rivolta (nella foto) , che in assenza di Gregorio Paltrinieri era il capitano della spedizione italiana, ha riportato una lesione di secondo grado al tendine del bicipite. Fortunatamente, non dovrà operarsi ma sarà costretto a sottoporsi a una serie di terapie. Il lombardo si è fatto male, in vasca, durante la batteria della frazione 4x50 mista mista, a dorso, a causa del malfunzionamento di un device, che si sarebbe staccato e lo avrebbe colpito. In fase di partenza ha avvertito un dolore al braccio sinistro e malgrado il fastidio ha completato la sua frazione. Una beffa visto che in realtà il suo stile sarebbe la farfalla: non a caso è il detentore del record italiano nel 50 e 100 farfalla in vasca lunga e campione del mondo 2021 dei 100. Da veterano aveva però dato la sua disponibilità a nuotare anche nello stile a lui non usuale, per aiutare la staffetta a qualificarsi alla finale, tra l’altro vinta dai compagni. Ora rimane da capire cosa deciderà di fare Rivolta. Il nuotatore, qualche settimana fa, aveva infatti annunciato che questo sarebbe stato il suo ultimo anno di competizioni. Giuliana Lorenzo