L’inizio della campagna di vaccinazione è ormai prossimo e arriva dalla Bergamasca una soluzione per uno degli aspetti fondamentali: il trasporto delle dosi a temperature bassissime per garantirne l’efficacia. Un rischio a cui si potrebbe andare incontro durante la distribuzione e a cui Giò Style, azienda di contenitori ermetici per...

L’inizio della campagna di vaccinazione è ormai prossimo e arriva dalla Bergamasca una soluzione per uno degli aspetti fondamentali: il trasporto delle dosi a temperature bassissime per garantirne l’efficacia. Un rischio a cui si potrebbe andare incontro durante la distribuzione e a cui Giò Style, azienda di contenitori ermetici per alimenti, borse termiche e frigoriferi portatili, nata nel secondo Dopoguerra e conosciuta a livello internazionale con sede ad Urgnano e da sempre vicino al territorio già duramente colpito dal virus, ha risposto mettendo a disposizione la propria area di ricerca e sviluppo e la propria esperienza nel settore dei contenitori ermetici.

I ricercatori dell’azienda bergamasca hanno così sviluppato un sistema per il trasporto sicuro e agevole dei vaccini anti-Covid 19, in grado di garantire una temperatura interna compresa tra i -80°ed i -70° e rispettare così le regole per la movimentazione dei vaccini definite dalle case farmaceutiche che li producono.

Il “PortaVaccino“ messo a punto da Giò Style, frutto di una storia aziendale lunga 70 anni, è conforme agli standard imposti dall’Organizzazione mondiale della sanità, ha superato i rigorosi test di laboratorio ed è ora disponibile sul mercato nel canale professionale sanitario (per i produttori di vaccini, strutture ospedaliere, Ats territoriali, Asl). Per quanto riguarda le caratteristiche, l’azienda ha spiegato che il contenitore riempito di ghiaccio secco, in ambiente di +32°C garantisce una performance termica di 26 ore, con una temperatura interna compresa tra i -80°C ed i -70°C. A queste, si possono aggiungere altre 42 ore con una temperatura interna compresa tra i -70°C ed i +5°C.

L.C.