Doni e biglietti di auguri: 500 pacchi ai detenuti da scuole e associazioni

500 pacchi di Natale donati ai detenuti dei carceri bresciani, grazie alla sensibilità della Garante dei detenuti e alla rete solidale dei volontari. I pacchi contengono biglietti d'auguri scritti e disegnati dai bambini delle scuole.

Doni e biglietti di auguri: 500 pacchi ai detenuti da scuole e associazioni
Doni e biglietti di auguri: 500 pacchi ai detenuti da scuole e associazioni

Doni e, soprattutto, parole che scaldano il cuore e accorciano le distanze tra il mondo fuori e quello dentro il carcere. È stata organizzata anche quest’anno, grazie alla sensibilità della Garante dei detenuti, Luisa Ravagnani, e alla rete solidale dei volontari penitenziari e non, la raccolta per confezionare 500 pacchi di Natale, destinati alle persone recluse nei due istituti di pena bresciani, ‘Verziano’ e ‘Nerio Fischione’. Il progetto, attivo dal 2017 su iniziativa di Alessandra Spreafico, consigliera Associazione Carcere e Territorio, coinvolge gli alunni della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria. Sono molte le realtà che hanno partecipato alla raccolta permettendo di raggiungere il quantitativo di beni necessari, in meno di un mese. In ciascuno dei 500 pacchi, sono stati inseriti i 500 biglietti d’auguri scritti e disegnati dai bambini e dalle bambine dell’ IC Est1 Brescia. Altri biglietti verranno, invece, donati ai detenuti perché li possano inviare alle loro famiglie, disegnati dai bambini delle scuole dell’infanzia e da quelli delle classi prime della primaria. Eccezionalmente, l’IC di Rezzato ha deciso di donare degli addobbi fatti dai bambini, da mettere sull’albero all’interno del carcere. Il 22 ci sarà la consegna. Federica Pacella