Cornaredo (Milano), 6 settembre 2017 - Suonerà venerdì 8 settembre la prima campanella nella succursale dell’istituto alberghiero Paolo Frisi di Milano realizzata a Cornaredo. Dopo un decennio d’attesa e un’anno di lezioni in trasferta in un’aula della scuola media Curiel, venerdì mattina gli studenti della classe seconda e quelli delle tre classi prime inizieranno l’anno scolastico 2017-2018 nella nuova scuola superiore di via Matteotti.

«Si tratta di un’importante novità - dichiara Giacomo Manfredi, assessore all’istruzione - come amministrazione comunale esprimiamo grande soddisfazione e auguriamo un buon primo anno e primo giorno di scuola a studenti e professori della scuola». Tra i professori che saliranno in cattedra anche lo chef stellato Davide Oldani titolare del ristorante D’O. Sarà lui ad insegnare caratteristiche e importanza delle materie prime alimentari nell’ambito di un’importante collaborazione con l’Istituto Frisi e il Comune di Cornaredo, paese dove è nato, cresciuto. Con la sua «cucina pop» conosciuta e apprezzata in tutto il mondo, Oldani svolgerà il ruolo di «mentore» per i futuri chef.

Dopo l’avvio dell’anno scolastico, lunedì 25 settembre si svolgerà una festa di inaugurazione con taglio del nastro alla presenza di Oldani, dei rappresentanti del Frisi e del Comune. Alberghiero, ma non solo. Un’altra novità per l’anno scolastico 2017-2018 a Cornaredo è il servizio di prevenzione dell’amnesia dissociativa «Scusa se insisto» per le famiglie dell’asilo nido. «Sarà compito dell’ufficio istruzione contattare le famiglie che non avranno provveduto a comunicare all’asilo l’assenza del bambino, insistendo con messaggi, sms, telefonate e qualsiasi altro sistema ritenuto idoneo, finché non si riuscirà ad avere un riscontro da parte dei genitori», spiega l’assessore Manfredi. Sempre per i più piccoli del Nido, la giunta comunale ha aderito all’iniziativa «Nidi Gratis» di Regione Lombardia, «nel mese di settembre invieremo una comunicazione scritta alle famiglie con tutte le informazioni sulla procedura per aderire all’iniziativa. Contestualmente invieremo anche comunicazione sulle novità in merito all’obbligo di vaccinazione per l’accesso al nido», conclude l’assessore.