Milano, 11 gennaio 2018 - Un altro ostacolo improbo sulla strada europea dell’Olimpia Milano che stasera al Forum sfida il CSKA Mosca per provare a trovare una vittoria di prestigio e ridare un po’ di spinta alla sua stagione in Eurolega. Se la classifica non sorride, e difficilmente potrà farlo fino al termine della stagione visto il ritardo dalle prime otto in classifica, i biancorossi possono però porsi l’obiettivo di giocare partita dopo partita riuscendo a vincere qualche sfida contro le formazioni che ormai da anni sono leader in campo europeo.

Per quello che può contare i tifosi milanesi si ricordano ancora con grande piacere quell’epica vittoria proprio contro il CSKA Mosca, ad esempio, colta nella stagione 2008-09 quando, sorretta da un David Hawkins formato deluxe, l’allora AJ rimontò 20 punti nella ripresa ai russi campioni d’Europa in carica. E allora da quello l’attuale Armani Exchange può partire per dare maggior senso al girone di ritorno. «IL CSKA è la miglior squadra di Eurolega - sentenzia subito coach Pianigiani -, ha anche il miglior attacco con 88 punti di media». Non solo attacco, ma anche tante opzioni difensive: «Grazie ad Hines e Hunter, la possibilità di cambiare su tutti i blocchi mantenendo sugli esterni la taglia fisica di lunghi che finiscono per soffocarti».

Primo posto in Eurolega per i russi da dividere con l’Olympiacos dopo la sconfitta a sorpresa subita dal CSKA a Barcellona: «Questo non aiuterà, vengono da quella sconfitta e da un ko anche in VTB League. È un fatto molto raro per loro, non succede quasi mai, il che significa che saranno più cattivi, determinati del solito e desiderosi di mandare un messaggio». E questo significherà che, al contrario dell’anno passato, la squadra di Itoudis arriverà con tutti i grossi calibri come De Colo, Rodriguez e Higgins. Coach Pianigiani dice cosa vuole dalla sua squadra: «Sacrificio e coraggio per restare incollati a loro fino alla fine e regalare al nostro pubblico una partita di sostanza». Diretta alle ore 20.45 su Eurosport Player e Radio Polis (www.radiopolis.it)