Milano, 1 dicembre 2017 -  Tragedia sfiorata in un appartamento di San Giuliano Milanese: un bimbo di 5 mesi è stato ricoverato in ospedale con la frattura della teca cranica dopo essere stato scaraventato contro  il muro dal padre, un marocchino di 43 anni, poi arrestato per tentato omicidio, maltrattamenti in famiglia e resistenza a pubblico ufficiale. L'uomo, pare ubriaco, ha malmenato anche la moglie e una cugina e ha aggredito i carabinieri.

Al loro arrivo, i militari del radiomobile della compagnia di San Donato Milanese, chiamati da una vicina di casa, hanno trovato in casa le due donne e il bambino, mentre l'uomo, pare ubriaco, era appena uscito avendo sentito arrivare la pattuglia. È stato immediatamente fermato. La moglie, 42 anni, ha riportato lesioni guaribili in 15 giorni mentre il bambino è ricoverato all'ospedale di Vizzolo Predabissi in prognosi riservata, ma, secondo i medici, non è in pericolo di vita.