Lecco, 29 agosto 2017 – Ogni lecchese ha un debito medio di oltre 42mila euro, 42.383 euro per la precisione. Inoltre ogni residente nella provincia di Lecco paga una rata media mensile di 431 euro per restituire i soldi ricevuti in prestito e i relativi interessi. Si tratta del terzo importo medio più alto in Lombardia.

E' quanto emerge dalla Mappa del credito dagli esperti di Crif, società specializzata in sistemi di informazioni creditizie. L'indebitamento è dovuto nel 27% dei casi a mutui, nel 43,9% per prestiti finalizzati all'acquisti di diversi beni e nel 29,1% a prestiti personali. In provincia di Como invece l'indebitamento medio è di 43.154 euro, con rate mensili da 416 euro.

Nel primo semestre 2017 oltre un terzo degli italiani, più precisamente il 35,4% del totale della popolazione maggiorenne, in crescita del +4,1% rispetto al 2016, risulta avere almeno un contratto di credito rateale attivo e, a livello pro-capite, mensilmente rimborsa 356 euro. I lombardi con un rapporto di credito sono invece il 37,4%. La provincia di Lodi è quella che ha fatto segnare la quota più elevata in regione, pari al 44,3%. Seguono le province di Varese e Monza. All’estremo opposto della classifica si colloca la provincia di Sondrio, dove solamente il 24,9% della popolazione risulta avere almeno un rapporto di credito attivo, con una rata tuttavia di 474 euro mensili, la seconda più alta a livello nazionale.