Brescia, 31 dicembre 2017 - La Savallese Millenium ha salutato di slancio il 2017. La squadra bresciana ha chiuso l'andata risalendo al sesto posto e portandosi nella parte alta di una classifica più che mai corta. Il 3-1 conquistato a Ravenna ha permesso alla squadra di coach Enrico Mazzola di raggiungere quota 33 punti e di "regalarsi" un miglior sorteggio per le Final Eight di Coppa Italia di A2, dove ai quarti di finale affronterà la terza in classifica (il Chieri), evitando gli scomodi abbinamenti con Mondovì e Cuneo campione d'inverno.

L'atteso appuntamento al quale il sestetto bresciano si presenterà per la prima volta è fissato per mercoledì 24 gennaio, quando Savallese e Chieri si contenderanno in un'avvincente sfida ad eliminazione diretta l'ambito biglietto per le semifinali tricolori. Il cammino in Campionato, invece, riprenderà per le giocatrici bianconere già nel giorno dell'Epifania, con il primo turno di ritorno in casa con le salernitane del Baronissi. Al giro di boa di metà stagione capitan Prandi e compagne sono giunte veramente con il vento in poppa. La partenza con il freno a mano tirata è stata dimenticata e la Millenium, con il passare delle partite, ha trovato la giusta quadratura del cerchio e sempre maggiore confidenza all'interno di un gruppo profondamente rinnovato.

Esemplare in questo senso proprio l'incontro di Ravenna che ha chiuso il 2017 in casa di una squadra obbligata a vincere per accedere alle finali di Coppa Italia. Un avversario assai motivato, ma che ha dovuto ben presto lasciare via libera a Parlangeli e compagne, che hanno assunto le redini del gioco e non le hanno mollate nemmeno dopo la reazione d'orgoglio delle giocatrici ravennati che sono riuscite a conquistare il terzo set. Un ruolino di marcia che ha confermato nei fatti le parole dello stesso coach Mazzola, convinto di poter assistere ad ulteriori progressi delle sue giocatrici: "Questa è una squadra che ha cambiato molto - è stata la sua analisi - Abbiamo lavorato molto per trovare il giusto amalgama e per portare gli schemi di squadra e le situazioni di gioco individuale nelle condizioni ideali. Questo, comunque, è un gruppo che ha ancora importanti margini di crescita e noi continueremo a lavorare per farli emergere a dovere". Un compito che, a questo punto, verrà affidato con fiducia al 2018.