Brescia, 12 ottobre 2017 - Il Brescia è tornato tra le sedici regine europee del calcio femminile e lo ha fatto superando un avversario quotato come l'Ajax al termine di una partita praticamente perfetta. Dopo una notte che rimarrà memorabile, comunque, c'è già chi, come il presidente Giuseppe Cesari, spinge subito in avanti il suo sguardo (ancora commosso): "E' stata una grandissima soddisfazione, una vittoria frutto del collettivo. C'è già grande attesa per gli ottavi (lunedì 16 ci saranno i sorteggi, ndr). Vogliamo farci trovare ancora una volta pronti e preparare nel migliore dei modi un appuntamento che sarà ricco di emozioni. C'è gioia per quello che le ragazze sono riuscite a fare, ma dobbiamo pensare agli impegni di questo periodo, sia agli ottavi di  Champions che alla prossima partita di Campionato con il Tavagnacco (si gioca dopo la sosta della serie A sabato 28, ndr), che è una squadra molto forte".

Il ritorno al "Rigamonti" dopo aveva vissuto tante emozioni da calciatore ha regalato nuove, indimenticabili sensazioni a Giampietro Piovani, che così spiega l'impresa compiuta con le olandesi: "E' stata una notte bellissima. Dopo l'andata sapevamo che il discorso qualificazione era ancora aperto. Sapevamo, però, che dovevamo fare una partita perfetta. Le ragazze sono state bravissime e si sono applicate con grandissima volontà. Volevamo cercare di sfruttare ogni occasione e chiudere il primo tempo in vantaggio almeno di un gol. Ci siamo riusciti. Nella ripresa per il primo quarto d'ora abbiamo lasciato sfogare l'Ajax, ma abbiamo sempre tenuto sotto controllo la situazione, tanto che, oltre ad un tiro ben parato dal nostro portiere, non abbiamo corso seri pericoli. Nel momento decisivo siamo stati bravi a colpire e a raggiungere così il primo traguardo della stagione".