Lumezzane (Brescia), 17 marzo 2017 - Una gioielleria di Lumezzane è finita nel mirino della Guardia di Finanza. Le fiamme gialle hanno scoperto che 22 orologi di pregio, erano stati regolarmente acquistati con fattura ma successivamente rivenduti in nero ai clienti che ne facevano richiesta.

Secondo le accuse in tal modo la gioielleria fidelizzava il cliente e si intascava in nero il «ricarico» applicato mentre l'acquirente «beneficiava» del prezzo di acquisto senza I.V.A. Un'evasione da 500mila euro ed un'IVA non versata per oltre 50.000 mila euro.