Nel segno di Boscacci. Il ’’Valtellina Orobie’’ premia anche De Silvestro. Canovi e Milesi il futuro

La gara valida per la Coppa Alpi Centrali più forte anche del maltempo

Il ’’Valtellina Orobie’’ premia anche De Silvestro. Canovi e Milesi il futuro

Il ’’Valtellina Orobie’’ premia anche De Silvestro. Canovi e Milesi il futuro

Più forte del maltempo, più forte del cambio data, più forte di un calendario troppo intenso per andare incontro alle esigenze di tutti. Il Valtellina Orobie non ha tradito le attese.

Bastano infatti i nomi che anche quest’anno hanno arricchito l’albo d’oro per comprendere il valore di questo appuntamento organizzato dalla Polisportiva Albosaggia. Gara che è stata il degno finale del circuito Coppa Alpi Centrali. Il maltempo non ha risparmiato questo angolo di Valtellina costringendo Massimo Murada e il suo staff di tracciatori al classico “piano B”.

Poi la gara: Michele Boscacci e il suo compagno di squadra e nazionale Davide Magnini sono giunti insieme al traguardo senza prendere troppi rischi anche in vista del finale di stagione. Per loro un finish time di 1h12’21” che ha tenuto a debita distanza il più giovane alfiere dell’Esercito Rocco Baldini (1h16’37”). Nella prova femminile Alba De Silvestro conferma il suo strepitoso stato di forma. Per lei un cono finale di 1h15’35” che le ha permesso di primeggiare davanti all’altra campionessa di casa Giulia Murada (1h19’10”). Cs Esercito anche sul gradino più basso del podio con Giulia Compagnoni (1h20’51”). Seguono Silvia Berra e Claudia Titolo. Nelle categorie giovanili si sono invece distinti Erik Canovi, Caterina Cioccarelli, Lorenzo Milesi, Olga Corti, Alex Vavassori, Sofia Bortolotti,Simone Tomasoni, Caterina Carissimi, Davide Milesi e Valeria Bellero.