Quotidiano Nazionale logo
8 apr 2022

Maradona, il mistero della maglia della "Mano de Dios" messa all'asta. E' quella vera?

Secondo la figlia Dialma non è quella indossata nel secondo tempo. Sotheby's ne documenta l'autenticità. Base d'asta esorbitante

featured image
La Mano de Dios (Alive)

Due maglie. Una nel primo tempo e l'altra nel secondo. Non è un dettaglio da poco. Perché quella del secondo è quella con cui è stato segnato il gol "più bello del secolo", quello per intenderci in cui Maradona, nei quarti di finale del Mondiale del Messico del 1986 Argentina-Inghilterra, partendo da metacampo dribbla mezza squadra avversaria e segna. Non solo. E' qanche quella del gol della "Mano de Dios". Il gol di mano (non vista, non c'era il var all'epoca) che regalerà la vittoria ai sudamericani. Partite che intrecciava i destini sportivi con la voglia di rivalsa dell'Argentina dopo la sconfita, proprio contro gli inglesi, nella guerra delle Falkland.

Ora quella maglia sarà messa all'asta da Sotheby's. Ma è proprio quella? O è quella del primo tempo come ha affermato in una trasmissione televisiva, dalla figlia di Diego Armando Maradona, Dialma?

 "C'era davvero una maglia diversa indossata da Maradona nel primo tempo - spiega la casa d'aste inglese che si occuperà della vendita dell'oggetto -, ma ci sono chiare differenze tra quella del primo tempo e quella indossata in occasione dei due gol. E così, prima di metterla in vendita, abbiamo fatto una accurata ricerca scientifica per assicurarci che fosse la maglia indossata da Maradona nel secondo tempo con l'Inghilterra".

Con questa nota Sotheby's, celebre casa d'aste inglese, replica a Dalma Maradona che, nel corso di una trasmissione radiofonica in Argentina, aveva messo in dubbio che la maglia numero 10 dell'Argentina della partita dei Mondiali 1986 contro l'Inghilterra e ora messa all'asta proprio tramite Sotheby's, fosse quella indossata da suo padre Diego nel secondo tempo del match. "È quella del primo tempo", era stata la tesi di Dalma, mentre quella dei secondi 45', ovvero di quando Maradona segnò le due reti passate alla storia, quella con la 'mano de Dios' e l'altro ritenuto il gol più bello nella storia del calcio, sarebbe in possesso di una persona che la ragazza dice di conoscere ma di cui non vuole rivelare il nome.

Ma ora Sotheby's le risponde e la smentisce spiegando che i punti che ne certificano l'autenticità, e il fatto che sia quella el secondo tempo, sono due. "Prima di tutto è stato lo stesso Maradona a confermarlo nel libro Touched by God - è scritto nella nota -, ricordando di aver consegnato quella maglia proprio a Hodge (l'ex centrocampista inglese Steve Hodge, che la scambiò con il 'Pibe de Oro' al termine di quella partita vinta dagli argentini per 2-1 e disputata sul terreno dello stadio Azteca il 22 giugno 1986). Per vent'anni è stata poi conservata nel National Football Museum. Inoltre - si sottolinea - è stato commissionato alla società 'Resolution Photomatching' lo studio di molte fotografie della partita per accertarsi dell'autenticità della maglia in ogni suo dettaglio".

Risultati, va detto, che Sotheby's ha messo in evidenza nel catalogo di vendita: "Abbiamo lavorato con Resolution Photomatching esaminando i dettagli su vari elementi dell'articolo, tra cui la toppa, le strisce e la numerazione. È stato accertato che Maradona ha sì cambiato maglia durante l'intervallo, ma che quella regalata a Hodge è la casacca con cui ha segnato i due gol all'Inghilterra". Sotheby's tiene poi a ricordare anche che Resolution Photomatching "è la società che ha garantito per le prime tre maglie più costose della storia del basket e per alcuni tra gli oggetti più prestigiosi battuti dalle case d'asta".

Dopo essere stata di Hodge, la maglia era stata donata al National Football Museum di Manchester, per essere esposta. Sotheby's, che a sua volta lo esporrà nella propria sede londinese durante la vendita su Internet (20 aprile-4 maggio), ha fissato il prezzo di partenza a 4 milioni di sterline (oltre 5 milioni di euro). Il record dell'asta è stato fissato nel 2019 a 5,6 milioni di dollari per una maglia indossata dalla leggenda del baseball americano Babe Ruth, alla fine degli anni '20.

In ogni caso al 6' st di quella partita, subito dopo un pallone deviato nella propria area da Hodge, Maradona si elevò davanti al portiere inglese Peter Shilton e, facendo finta di segnare di testa, lo infilò, spingendo il pallone con una mano. 'La mano de Dios', disse il capitano argentino dopo la partita. Quattro minuti dopo, Maradona realizzò uno dei gol più belli del secolo scorso. "Potrebbe esserci molta richiesta sul mercato per questo oggetto", prevede il responsabile di Sotheby's, Brahm Wachter -. Può andare a un museo, a un club, a collezionista o, forse, a qualcuno che vuole il meglio del meglio".

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?