Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
5 giu 2022

Esplosione in deposito container nel Bangladesh: almeno 40 morti e centinaia di feriti

Non si esclude un atto di sabotaggio. Tra le vittime vigili del fuoco e agenti di polizia. Al momento dello scoppio al lavoro c'erano 250 persone

5 giu 2022
Firefighters carry the dead body of a victim from the site after a fire broke out at a container storage facility in Sitakunda, about 40 km (25 miles) from the key port of Chittagong on June 5, 2022. - At least 16 people were killed and 170 others injured after a massive fire tore through a container depot in southern Bangladesh, officials said on June 5. (Photo by AFP)
Incendio in deposito container in Bangladesh
Firefighters carry the dead body of a victim from the site after a fire broke out at a container storage facility in Sitakunda, about 40 km (25 miles) from the key port of Chittagong on June 5, 2022. - At least 16 people were killed and 170 others injured after a massive fire tore through a container depot in southern Bangladesh, officials said on June 5. (Photo by AFP)
Incendio in deposito container in Bangladesh

Dacca, 5 giugno - Si aggrava il bilancio dell'incendio che ha devastato un deposito di container vicino al più grande porto del Bangladesh, Chittagong, nel sudest del Paese. Al momento, sono almeno 49 i morti e duecento i feriti. Lo riferiscono le
autorità locali, secondo cui il numero dei morti sarebbe destinato a salire, dal momento che molti feriti sono in gravi condizioni. In alcuni dei container erano conservate sostanze chimiche. L'incendio è scoppiato ieri sera alle 21 ora locale e le operazioni di spegnimento delle fiamme sono state ostacolate da una successiva esplosione. Tra le vittime anche due agenti di polizia e 9 vigili del fuoco, mentre altri risultano dispersi. Non è escluso un atto di sabotaggio. "L'entità dell'esplosione non è inferiore a quella che abbiamo visto a Beirut in Libano alcuni anni fa", ha sottolineato il portavoce dell'Associazione Container del Bangladesh, Ruhul Amin Sikder.

"Abbiamo 14 cadaveri qui. Un altro morto è all'ospedale privato di Park View", ha detto Mohammad Alauddin, un funzionario dell'avamposto di polizia del Chittagong Medical College Hospital. Altri feriti sono stati portati in ospedali privati. Molti dei feriti hanno avuto mani o gambe mozzate e almeno tre persone hanno subito ustioni su oltre il 65% del corpo e sono state trasferite in un ospedale militare. Il capo dei vigili del fuoco di Chittagong, Anisur Rahman, ha detto che l'incendio è scoppiato intorno alle 21.20 ora locale di ieri e si è diffuso rapidamente. "Alcuni container hanno  iniziato a esplodere. Abbiamo coinvolto 16 squadre di soccorritori ma non sono riuscite a mettere l'incendio sotto controllo". Nel deposito c'erano migliaia di container e alcuni di  essi contenevano sostanze chimiche altamente infiammabili, incluso del perossido di idrogeno. Nel deposito, al momento dell'incendio, c'erano circa 250 lavoratori. La causa deve ancora essere determinata, e non si esclude un atto di sabotaggio.

"Circa 19 unità antincendio stanno lavorando per estinguere l'incendio e sul posto sono arrivate anche sei ambulanze", ha affermato il vicedirettore del servizio antincendio e di difesa civile di Chittagong, Md Faruk Hossain Sikdar. Inoltre, le autorità del Chittagong Medical College Hospital (CMCH) hanno lanciato un appello per la donazione di sangue, necessario a  praticare trasfusioni ai feriti.  "Sono stati presi accordi per garantire che i feriti ricevano il miglior trattamento. Sosterremo l'intero costo del trattamento. Coloro che sono rimasti feriti nell'incidente riceveranno il massimo risarcimento", ha affermato Mujibur Rahman, direttore di BM Container Depot, società che opera nella gestione dei container nel porto di Chittagong. All'interno del deposito c'erano beni pronti per essere esportati del valore di 145 milioni di dollari.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?