Quotidiano Nazionale logo
27 gen 2022

Milan, ufficiale Lazetic: indosserà la maglia numero 22

Il club saluta invece Pellegri e punta dritto al rinnovo di Theo Hernandez

Il nuovo acquisto del MIlan Marko Lazetic (foto Milanlive.it)
Il nuovo acquisto del MIlan Marko Lazetic (foto Milanlive.it)

Milano, 27 gennaio 2022 - E’ stata una giornata importante in casa Milan: il club rossonero ha infatti comunicato di aver acquisito a titolo definitivo le prestazioni sportive del calciatore Marko Lazetic dalla Stella Rossa Belgrado. L'attaccante serbo ha firmato un contratto con il Club rossonero fino al 30 giugno 202: nato a Belgrado il 22 gennaio 2004, è cresciuto nel Settore giovanile della Stella Rossa con cui ha esordito in Prima Squadra nel novembre 2020, prima di trasferirsi in prestito al Graficar con cui ha totalizzato 14 presenze e 4 gol. Tornato alla Stella Rossa nell’estate 2021, ha collezionato 16 presenze e 1 rete nella stagione in corso. Il neo acquisto rossonero indosserà la maglia numero 22. Il club ha anche diramato un altro comunicato ufficiale, relativo questa volta a una partenza: "AC Milan comunica di aver definito con l'AS Monaco la risoluzione anticipata del prestito del calciatore Pietro Pellegri. Il Club ringrazia Pietro per l'impegno profuso e gli augura le migliori soddisfazioni per il prosieguo della sua carriera". Qualche ora fa Paolo Scaroni, presidente del Milan, ha rilasciato delle brevi dichiarazioni all'uscita dall'assemblea di Lega Serie A: "Dalle prossime partite la capienza degli stadi sarà del 50%. Mercato? Non ne parlo, non me ne occupo".

Theo Hernandez

Oltre all’arrivo di Lazetic il Diavolo sta mettendo a punto un altro colpo decisivo, che non riguarda nessun volto nuovo ma bensì una delle colonne portanti del gruppo di Stefano Pioli: manca infatti solo l’annuncio, che arriverà a breve, per avere la certezza che il Milan ha blindato Theo Hernandez fino al 2026. Il lavoro fatto dalla dirigenza di via Aldo Rossi è stato rilevante anche se il terzino francese ha sempre desiderato di restare al Milan, e recentemente ha trovato l’intesa per il rinnovo di altri due anni con adeguamento economico dell’ingaggio sui 4 milioni con bonus. Nei prossimi giorni verrà ufficializzato il prolungamento, per la soddisfazione di tutte le parti in causa: il prolungamento del contratto di Theo dovrebbe anche aprire la strada a quelli di Bennacer e Leao. Ci sono pochi margini, invece, per quello di Romagnoli, dove la distanza tra domanda (3.5 milioni) e offerta (2.8 più bonus) permane.

Verso il Derby

Nella giornata di ieri è scattata ufficialmente l’operazione derby: i rossoneri non convocati dalle Nazionali, infatti, si sono ritrovati a Milanello per il primo allenamento di preparazione in vista della stracittadina contro i cugini nerazzurri. Gli unici assenti erano Kessie e Ballo-Touré e gli azzurri convocati da Mancini per lo stage (Romagnoli, Calabria, Florenzi e Tonali). A proposito dell’ivoriano, ieri il giocatore ha riportato un infortunio che lo ha costretto a uscire dal campo in lacrime: situazione da monitorare e che tiene in grande apprensione il Milan a pochi giorni dal pericolosissimo con la capolista. Nel frattempo, i primi accertamenti condotti subito dopo la partita hanno dato questo esito: trauma costale. Una diagnosi della quale è già stato lo staff medico rossonero, anche se sarà necessario sottoporre il giocatore a esami strumentali per capire la vera entità del problema. Per quanto riguarda le condizioni di Zlatan Ibrahimovic, invece, gli esami strumentali hanno escluso lesioni, confermando l’infiammazione al tendine d’Achille della gamba destra. Infiammazione che dovrà essere ovviamente monitorata ma la diagnosi è una buonissima notizia per Stefano Pioli, che potrebbe avere a disposizione Ibra già contro l’Inter.
Dopo Franck Kessie, anche Ballo-Toure ha accusato un problema fisico: durante Senegal-Capo Verde il terzino è stato sostituito all'82' e avrebbe riportato una lesione all'adduttore. Questo significa uno stop di circa tre settimane e dunque Coppa D'Africa finita. Certa quindi l'assenza nel derby, in programma sabato 5 febbraio a San Siro.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?