Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
16 mar 2022

Mantova, che beffa contro il Padova: decide l'autogol di Bruccini

Nonostante una formazione più che rimaneggiata, la squadra di Galderisi, ex di turno, ha saputo giocare alla pari con il quotato Padova

16 mar 2022
luca marinoni
Sport
Ritorno sfortunato a Padova per mister Galderisi (dalla pagina Facebook del Mantova 1911)
Ritorno sfortunato a Padova per mister Galderisi (dalla pagina Facebook del Mantova 1911)
Ritorno sfortunato a Padova per mister Galderisi (dalla pagina Facebook del Mantova 1911)
Ritorno sfortunato a Padova per mister Galderisi (dalla pagina Facebook del Mantova 1911)

Mantova, 16 marzo 2022 - Un Mantova pesantemente rimaneggiato tiene testa per un'ora all’ambizioso Padova e deve arrendersi solo per la sfortunata carambola tra Marone e Bruccini, che viene colpito dal pallone che termina in rete per l’episodio che, in pratica, decide l’incontro. Le ultime ore che precedono la gara dell’Euganeo rendono ancora più problematica la situazione per la formazione virgiliana, già alle prese con diverse assenze e costretta a fare i conti pure con alcune indisposizioni che anticipano di poco la compilazione della distinta. Mister Galderisi, che deve rinunciare anche al bomber Monachello, rimescola le carte, punta su un inedito 4-3-3 (nel quale fa il suo esordio stagionale Rihai) e porta in panchina solo sei giocatori. Premesse non certo incoraggianti per affrontare un avversario di assoluta caratura, obbligato a vincere per cercare di mantenere il passo del Sudtirol capolista.

I primi minuti, però, vedono gli ospiti, per l’occasione in vistosa casacca gialloverde, partire senza alcun timore reverenziale. Al 2’ il Mantova potrebbe passare in vantaggio a sorpresa, ma Piovanello, liberato davanti alla porta da Darrel, fallisce la conclusione e spedisce sopra la traversa. Scampato il pericolo, i biancoscudati reagiscono con orgoglio e prima Settembrini e poi il temuto Chiricò chiamano al lavoro Marone che, però, risponde con attenzione. Con il passare dei minuti i patavini aumentano la loro pressione, ma la formazione di Galderisi, che al 23’ deve sostituire anche l’infortunato Bianchi con Vaccaro, gioca con grande attenzione e chiude gli spazi senza commettere errori. Dopo un botta e risposta rimasto senza esito tra Jelenic e Bruccini, al 28’ torna a farsi minaccioso Chiricò, ma Marone è reattivo e devia la sua punizione in angolo. Al 34’ Paudice richiede invano un rigore dopo un atterramento di Germano in area, mentre sul fronte opposto è Bifulco a tentare senza fortuna una battuta a rete. L’ultima emozione prima dell’intervallo giunge in pieno recupero ed è bravo Milillo al 47’ a contrarre una conclusione di Ceravolo che sembrava destinata a terminare in fondo alla rete.

Il Padova riprende la sua ricerca del sospirato vantaggio nella ripresa. Dapprima ci prova Ajeti che però batte a rete dalla distanza senza riuscire a trovare la mira giusta, mentre all’11’ sono pronti i difensori virgiliani a bloccare in modo efficace un prolungato fraseggio dei padroni di casa. La pressione dei veneti, però, trova i frutti desiderati al 15’, quando lo specialista Ronaldo batte da par suo un calcio di punizione che genera un rimpallo nell’area ospite. Marone non riesce ad impadronirsi della sfera che carambola su Bruccini e termina beffardamente la sua corsa in fondo al sacco. Dopo un’ora di gioco è lo sfortunato episodio che infrange l’ordinata “resistenza” del Mantova e, in pratica, decide le sorti della gara. Nonostante lo svantaggio, in effetti, i virgiliani non demordono e continuano a giocare a testa alta in casa del Padova. La compagine di Galderisi ci prova con gli spunti di Gerbaudo e Guccione, ma non riesce a superare la difesa biancoscudata, mentre al 39’ Santini potrebbe chiudere anzitempo le sorti dell’incontro, ma manda mestamente fuori la sfera da posizione più che favorevole. Un’opportunità sciupata che consente alla tenace formazione ospite di spingersi generosamente in avanti e tentare sino al termine per raddrizzare la situazione, ma il Padova non commette errori e tiene ben stretti i tre punti fortemente voluti.

Padova-Mantova 1-0 (0-0)

Padova (4-3-1-2): Donnarumma 6; Germano 6, Valentini 6,5, Ajeti 6, Jelenic 6,5; Settembrini 6,5, Ronaldo 6,5, Della Latta 6,5 (20’ st Monaco 6); Chiricò 6,5 (20’ st Terrani 6); Ceravolo 6 (20’ st Nicastro 6), Bifulco 6 (36’ st Santini sv). A disposizione: Vannucchi; Gherardi; Dezi; Cissé; Bacci; Ejesi; Gasparini. All: Massimo Oddo 6.
Mantova (4-3-3): Marone 6; Bianchi 6 (23’ pt Vaccaro 6), Milillo 6,5, Panizzi 6, Darrel 6,5 (31’ st Fontana 6); Bruccini 6,5, Rihai 6 (31’ st Falanca 6), Gerbaudo 6; Piovanello 6 (18’ st Pinton 6), Paudice 6, Guccione 6,5. A disposizione: Tosi; Checchi. All: Giuseppe Galderisi 6.
Arbitro: Marco Acanfora di Castellammare di Stabia 6.
Reti: 15’ st aut. Bruccini.
Note: ammoniti: Della Latta; Vaccaro; Donnarumma; Gerbaudo; Ronaldo; Pinton - angoli: 7-3 – recupero: 2’ e 4’.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?