Mantova, 31 maggio 2018 - E' stato un anno positivo quello appena trascorso per il turismo mantovano. E il 2018 sembra andare anche meglio. A illustrare il report su questo settore chiave dell'economia mantovana, stilato dalla Provincia, sono stati il presidente della Provincia Beniamino Morselli e il sindaco del capoluogo Mattia Palazzi. 

Nel 2017 le presenze nell'intero territorio mantovano sono cresciute del 5%: è stato scongiurato quindi il pericolo dell'effetto 'capitale italiana della cultura' che aveva accompagnato Mantova nell'intero 2016 trascinando con sé una considerevole fetta di visitatori .Gli arrivi, compresa la provincia sono stati  312mila, le presenze più del doppio. In leggerissimo calo le permanenze. La percentuale di incremento  del settore si collocano allo stesso livello nella sola città di Mantova e replicano gli incrementi a livello nazionale e lombardo. Le provenienze di turisti vedono in testa la Lombardia col 27%, seguita dalle regioni confinanti di Veneto, Piemonte ed Emilia.

Anche il turismo straniero è in crescita nel Mantovano. Fanno la aperte del leone francesi e tedeschi (53%) mentre in città si registra un boom di turisti provenienti dagli Stai Uniti, un dato che orienterà le imminenti campagne di promozione che il Comune vuole mettere in campo, grazie anche al nuovo Consorzio turistico, che vedrà la luce in giugno. Se il 2017 sorride, l'anno in corso sembra fare anche meglio, nonostante il maltempo dei primi tre mesi: da gennaio ad aprile sono in crescita (secondo i dati provvisori raccolti negli alberghi) sia gli italiani che gli stranieri desiderosi di trascorrere qualche giorno nelle terre dei Gonzaga.