Mancano medici di base. I dati dividono Asst e Dem

A Lecco, 536 cittadini sono senza medico di base, non 25mila come denunciato. La situazione è gestita con ambulatori temporanei, ma la carenza di medici potrebbe aumentare nel futuro.

Mancano medici di base. I dati dividono Asst e Dem

Mancano medici di base. I dati dividono Asst e Dem

Sono solo – si fa per dire - 536 attualmente i lecchesi orfani del medico di base. Lo spiegano i vertici della sanità pubblica lariana in risposta alla denuncia del consigliere regionale dem Gian Mario Fragomeli, secondo cui invece sarebbero almeno 25mila, almeno in base ai dati ufficiali ottenuti dai funzionari della Direzione generale del Welfare di Regione Lombardia.

"La stima diffusa, ben superiore, è stata calcolata sulla base di un bando emesso a marzo per 22 ambiti, presupponendo che siano attualmente carenti – spiegano da Asst Lecco -. In realtà sono tuttora coperti e il bando è stato emesso in previsione di una necessità di futura copertura, per pensionamento di alcuni medici di medicina generale o per stabilizzazione di incarichi provvisori". Gli ambiti sono le zone di utenti affidate a ciascun medico di medicina generale. "L’assistenza dei 536 cittadini privi di medico di medicina generale è assicurata oggi da apposito ambulatorio medico temporaneo – proseguono da Asst -. Nelle prossime settimane, per effetto dei 5 ambiti assegnati a seguito del bando di marzo, il numero degli assistiti privi di medico e senza possibilità di scelta, progressivamente dovrebbe ridursi a 182". Nel corso dell’anno però andranno in pensione 6 dottori, che saliranno a 11 nel 2025 e a 20 nel 2026, mentre i tirocinanti che intendo imparare il mestiere e i sostituti scarseggiano, tanto che molti bandi vanno deserti. Per questo il rischio è che nel medio periodo i lecchesi senza un medico di riferimento aumenteranno, invece che diminuire, proprio come sostiene il consigliere democratico, nonostante da Regione gli siano stati passati dati errati o comunque non intellegibili. D.D.S.