Londra, 12 luglio 2021 - Tifosi picchiati a pugni e calci. Le immagini su cui sono in corso accertamenti sono più chiare di ogni parola. Hooligans inglesi ma anche signori di mezza età con la maglia della nazionale britannica appostati e pronti a colpire. E gli steward? Restano a guardare. Prima si vede un fuggi-fuggi poi un mulinare di calci e pugni all'indirizzo di vari tifosi tra cui alcuni italiani con la casacca della Nazionale che provano a scappare, colti di sorpresa. Qualcuno prova a rispondere, qualcun altro finisce per terra e viene bersagliato da cazzotti e calci che partono da più persone. Un ragazzo steso viene circondato e malmenato, prova a chiedere ragioni ma in cambio riceve colpi al corpo. Solo a quel punto interviene il servizio d'ordine tra gli insulti e gli schizzi di birra che gli piovono addosso. Immagini che dovrebbero fare riflettere chi elogia il sistema inglese di repressione della violenza negli stadi e il modello degli steward. L'assalto non è venuto fuori dallo stadio ma nella galleria che separa l'accesso agli spalti dalle scalinate che portano fuori da Wembley. In un primo momento è sembrato un assalto all'uscita di un settore dello stadio ma più probabilmente i tifosi picchiati erano all'ingresso e una volta superata la barriera - forse a forza - sono stati aggrediti. La sostanza non cambia: sono immagini inaccettabili di violenza su cui la polizia inglese sta indagando.