Una vaccinazione
Una vaccinazione

Moderna, l'azienda di biotecnologia americana che produce un vaccino anti Covid a Rna messaggero (come quello di Pfizer),  ha annunciato che aumenta gli investimenti con l'obiettivo di produrre fino a 3 miliardi di dosi del suo siero, ovvero pèiù del doppio di quanto era previsto.  Attraverso una nota, l'azienda ha fatto sapere che amplierà la sua capacità di produzione negli impianti di cui è proprietaria e in quelli con cui collabora in Svizzera, Spagna e Stati Uniti.

Moderna sta anche aggiornando le previsioni di fornitura per quest'anno: prevede di avere tra gli 800 milioni di dosi e il miliardo entro la fine del 2021, invece dei 770 milioni precedentemente annunciati. L'azienda ha anche fatto sapere che sta lavorando a una nuova formulazione del vaccino, che potrebbe rimanere stabile alle normali temperature di refrigerazione fino a tre mesi. 

Stephane Bancel, ceo di Moderna, ha dichiarato al Financial Times di essere in attesa sui dati della variante B.1.617 che circola in India, ma su questo fronte si è già detto "molto preoccupato". "Se guardo il tasso di ospedalizzazione e il bilancio delle vittime al momento, sono molto preoccupato che questa sia una variante molto pesante. Sono preoccupato che sia cattiva, forse peggiore di quella sudafricana".