Anche Rho diventa un Comune ‘spugna’ per assorbire allagamenti e bombe d’acqua

Progetto promosso da Gruppo Cap e Città Metropolitana di Milano

Al via a Rho il cantiere Spugna
Al via a Rho il cantiere Spugna

Rho (Milano) - Semplice ma innovativo. L'obiettivo? Rendere maggiormente drenanti i parcheggi in modo che siano in grado di assorbire acqua piovana soprattutto quando si verificano piogge intense o bombe d'acqua, senza intasare le reti fognarie ed evitando allagamenti.

Al via questa mattina nella città di Rho i primi cantieri del "Progetto Spugna", un piano da 6 milioni di euro finanziato da Città Metropolitana di Milano con fondi del Pnrr e sviluppato insieme al Gruppo Cap. I lavori sono iniziati in via Cornaggia, nel parcheggio a ridosso di Villa Burba. Si svolgeranno in due step: nella prima fase sarà interessata dal cantiere l'area compresa tra la Casa dell’Acqua e corso Europa, mentre l'area più vicina alla Burba sarà coinvolta in una seconda fase. E nel parcheggio di via Aldo Moro all’incrocio con via Gramsci.

Verranno realizzati sistemi di drenaggio urbano sostenibile come aiuole, trincee drenanti e pavimentazioni drenanti. Nel cantiere ad illustrare il progetto c'erano il sindaco rhodense, Andrea Orlandi, il vicesindaco di Città Metropolita, Francesco Vassallo e il direttore servizio idrico di Cap, Alessandro Reginato. "Si tratta di uno dei primi cantieri aperti nell'area metropolitana - dichiara Vassallo - complessivamente abbiamo stanziato 50 milioni di euro, in queste settimane partiranno nove interventi che3 diventeranno 27 entro la fine dell'anno". Il progetto Spugna si basa sulle "Nature-Based Solutions", processi naturali che sfruttano piante ed elementi vegetali per assorbire acqua e inquinamento, prevedono la sostituzione dell’asfalto con superfici permeabili in grado di far filtrare l’acqua e allo stesso tempo mitigare le isole di calore nel tessuto urbano.

Nell'hinterland milanese sono studiate per strade, piazze, parcheggi pubblici. Città Metropolitana creerà pavimenti permeabili in due impianti sportivi, 5 aree verdi, 34 parcheggi. "A lavori conclusi i posti auto resteranno invariati - spiega il sindavo rhodense - il progetto Spugna nella nostra città interesserà 11 aree di parcheggio. Nel caso del parcheggio di via Cornaggia è prevista anche la realizzazione di un rain garden (giardini della pioggia), nell'area verde accanto. E' una sorta di depressioni del terreno, una trincea drenante che raccoglie l'acqua piova e alleggerisce il sistema fognario".