"Dateci i soldi”: armati di martello frangi-vetro terrorizzano passeggeri del treno per rapinarli

Seregno, paura su un treno della linea Milano Porta Garibaldi-Chiasso. Arrestato un 21enne, il complice è riuscito a fuggire

Un martelletto frangi vetro del treno (foto di archivio)

Un martelletto frangi vetro del treno (foto di archivio)

Seregno (Monza Brianza), 19 febbraio 2024 - I Carabinieri di Seregno hanno arresto un 21enne residente in provincia di Milano, già noto alle forze dell’ordine, per interruzione di servizio pubblico, minaccia a un pubblico ufficiale, furto aggravato, rapina aggravata, estorsione e porto abusivo di oggetti atti ad offendere.

L’arresto è stato compiuto all’interno della Stazione ferroviaria dopo che, alle ore 15.40 di domenica 28 gennaio, il personale di servizio su un treno in transito, diretto da Milano Porta Garibaldi a Chiasso, aveva segnalato al 112 due uomini armati di martello. All’arrivo delle pattuglie in servizio di controllo del territorio, immediatamente inviate sul posto dalla Centrale Operativa della Compagnia di Seregno, uno dei due autori si è dato alla fuga, mentre l’altro è stato bloccato, disarmato e arrestato.

Secondo la ricostruzione dei fatti, resa possibile anche grazie alle testimonianze dei presenti, i due avevano intimato ad alcuni passeggeri la consegna di denaro, e in un caso avevano sottratto al malcapitato un capo di abbigliamento, pretendendo l’elargizione di contanti per poterne rientrare in possesso. Ottenuta la somma richiesta, i due complici, senza restituire la refurtiva, erano scesi dal treno per darsi alla fuga, ma una volta inseguiti dalla vittima, determinata a riappropriarsi del maltolto, l’avevano minacciata brandendo un martello frangi-vetro.

Una volta compreso che erano stati allertati i Carabinieri, i malviventi avevano minacciato anche il capo treno e il macchinista per fare rimettere in marcia il convoglio, ma nel frattempo sono arrivati i militari. Il 21enne, sottoposto a perquisizione personale, è stato trovato in possesso di tre martelli frangi vetro (tutti rimossi dai vani di alloggiamento a bordo di altrettanti vagoni del convoglio), del capo di abbigliamento rubato al passeggero e del denaro estorto. A causa dell’accaduto, il convoglio ha subito il ritardo di un’ora sulla tabella di marcia ed è stato infine soppresso.