Non c'è pace sulla vittoria dei Maneskin all'Eurovision Song Contest 2021. A far discutere il filmato nel quale i francesi accusano Damiano, il cantante del gruppo italiano di "sniffare". E proprio la Francia, attraverso il ministro degli esteri chiede l'eclusione dei Maneskin dalla competizione. Una richiesta davanti alla quale, il frontman Damiano dice di essere disposto a sottoporsi a test per dimostrare che non fa uso di droga.

È intervenuto anche il ministro degli Esteri francese, Jean-Yves Le Drian, sulle polemiche dopo la vittoria dei Maneskin all'Eurovision. Interrogato dalla radio RTL sull'ipotesi che l'Italia debba essere sanzionata nel caso di risultato positivo di Damiano. Le Drian ha risposto: «sta alla commissione di deontologia dell'Eurovision decidere se c'è stato un problema». Il capo del Quai d'Orsay ha poi aggiunto: «l'Eurovision è responsabile per l'onorabilità del concorso».

"Siamo consapevoli della speculazione che circonda il videoclip dei vincitori italiani dell'Eurovision Song Contest nella Green Room di ieri sera", si legge in una nota degli organizzatori dell'Eurovision Song Contest che si è concluso ieri sera a Rotterdam, nei Paesi Bassi. Il comunicato fa riferimento alle accuse, soprattutto da parte della Francia, di uso di cocaina da parte del "frontman" del gruppo romano, Damiano David, i cui indizi sarebbero contenuti nel suo comportamento nel video. "La band - spiega ancora il comunicato diffuso oggi dagli organizzatori della gara canora - ha fortemente smentito le accuse di consumo di droga e il cantante in questione si sottoporrà a un test antidroga volontario dopo il suo arrivo a casa". La richiesta da parte del gruppo, spiega ancora la nota, era stata fatta già ieri sera, ma non e' stato possibile organizzarlo immediatamente a Rotterdam. "La band, il loro management e il capo delegazione ci hanno informato che nella Green Room non erano presenti droghe e ci hanno spiegato che un bicchiere era rotto al loro tavolo ed era stato ripulito dal cantante. Possiamo confermare che il vetro rotto è stato trovato dopo un controllo in loco. Stiamo ancora esaminando attentamente i filmati e aggiorneremo con ulteriori informazioni a tempo debito".

"Siamo davvero sotto choc in merito a quanto le persone stanno dicendo su Damiano che fa uso di droghe. Siamo veramente contro le droghe e non abbiamo mai usato cocaina. Siamo pronti a effettuare il test, perché non abbiamo nulla da nascondere. Siamo qui per suonare la nostra musica e siamo molto felici per la nostra vittoria all'Eurovision. Vogliamo ringraziare tutti quelli che ci hanno sostenuto. Il rock'n roll non morirà mai. Vi amiamo". Un'accusa pesante. Un'accusa alla quale i Maneskin hanno risposto sui loro profili social con un messaggio molto chiaro, diretto ai detrattori. Francesi. Come francese è la seconda classificata all'Eurovision Song Contest 2021. Senza vedere nelle accuse di aver fatto uso di cocaina durante la diretta in Eurovisione - atto che peraltro qualsiasi manager musicale anche alle prime armi sconsiglierebbe in maniera vivissima ai propri assistiti - un tentativo di sabotaggio della band favorita da parte dei cugini e rivali transalpini, la teoria appare alquanto fantasiosa. Il motivo è presto detto: il gesto di Damiano David, frontman dei Maneskin, è troppo rapido per poter essere quello dell'assunzione di cocaina. Una frazione di secondo, durante la quale peraltro il cantante neppure tocca il tavolo con il naso.

Non che i Maneskin si siano trattenuti durante la serata finale dell'Eurovision Song Contesta. Anzi. Birra a fiumi nello spazio fra la fine della gara e la proclamazione dei vincitori, ovvero degli stessi Maneskin, e probabilmente anche dopo. Lo stesso Damiano David è stato immortalato mentre sorseggiava una birra proprio durante la diretta in attesa della chiusura del televoto. Da qui però ad insinuare, peraltro senza prove incontrovertibili, che la band romana abbia fatto uso di droghe però la distanza è lunga.