Cremona, 5 luglio 2018 - La Cremonese sta cercando di stringere i tempi per allestire il gruppo che da mercoledì 11 comincerà a preparare la nuova stagione agli ordini di Andrea Mandorlini. La società grigiorossa, dopo aver accolto uno specialista in promozioni come Michele Castagnetti, centrocampista dell'89 prelevato dall'Empoli, ha ufficializzato anche un "passo" particolarmente importante come la permanenza per il secondo anno consecutivo (in prestito dalla Fiorentina) di un Gaetano Castrovilli, sempre più coinvolto dall'esperienza a Cremona. Il fantasista classe '97, in effetti, è stato al centro dell'attenzione di diverse società, compresa la Spal di serie A, ma alla fine ha scelto di proseguire con la Cremonese: "Sono orgoglioso di indossare ancora una volta questa prestigiosa maglia e di tornare in una città che, giorno dopo giorno, mi sta facendo crescere sotto il profilo umano e professionale". Parole molto simili a quelle che ha usato in queste ore anche Francesco Migliore, esterno difensivo che il sodalizio di via Postumia ha appena prelevato dal Genoa. Giocatore classe '88, ha militato nel Genoa, nello Spezia e nel Crotone e vanta una buona esperienza in B, dove ha giocato ben 224 partite, mentre in serie A ha totalizzato sei gettoni.

"Sono felicissimo del mio trasferimento alla Cremonese - ha sintetizzato l'ormai ex Grifone - Ringrazio innanzi tutto la proprietà, la società e il direttore Rinaudo per avermi fortemente voluto, dandomi così la possibilità di tornare protagonista in un Campionato impegnativo e competitivo. A Cremona trovo un progetto convincente e sono molto fiero di farne parte. L’obiettivo è quello di poter disputare una buona stagione, costruendo giornata dopo giornata qualcosa di importante". Novità che devono trasmettere agli uomini di mercato grigiorossi lo slancio per imprimere una decisa accelerazione al loro lavoro. Il raduno è sempre più vicino e i primi impegni del precampionato sono già dietro l'angolo (l'esordio domenica 22 a Storo con il Pisa e poi giovedì 26 con il Cagliari a Pejo e sabato 28 a Rovereto con i pari grado del Cittadella). Appuntamenti davanti ai quali la "nuova" Cremonese, che ha appreso dell'approdo dell'ex Attilio Tesser al Pordenone, dovrà essere in grado di rispondere un deciso: "Presente!".