La squadra di mister Baroni non è risucita a fare bottino pieno in casa con la Juve Stabia
La squadra di mister Baroni non è risucita a fare bottino pieno in casa con la Juve Stabia

La Cremonese non riesce a chiudere il suo altalenante 2019 con la vittoria fortemente desiderata. Alla fine l’incontro con una Juve Stabia coraggiosa e determinata si chiude con un 1-1 che certo non appaga i desideri dei grigiorossi, chiamati a cambiare passo con decisione nel nuovo anno. Le Vespe partono subito… Forte e alla prima vera conclusione verso la porta dopo 2’ di gioco proprio l’ex attaccante grigiorosso costringe i padroni di casa ad un’immediata rincorsa trafiggendo Agazzi. La gara si fa subito molto dura (anche con interventi assai decisi), ma la squadra di Baroni non si lascia intimorire e pareggia all’8’ con una precisa deviazione di testa di Ceravolo, che sfrutta al meglio un invitante tiro-cross di Piccolo. Ristabilitasi rapidamente la parità, le due contendenti continuano ad affrontarsi a viso aperto. Calò e Canotto nel giro di un paio di minuti chiamano al lavoro la retroguardia locale, che però si chiude con attenzione, mentre al 15’ è Palombi a farsi vedere, ma il suo colpo di testa termina sul fondo. Brivido per la tifoseria dello “Zini” al 17’, quando Ricci si lancia in un’azione personale e calcia a rete subito dopo essere entrato in area, ma la sfera si stampa sul palo. La risposta grigiorossa è ancora una volta immediata e dopo soli 60” Migliore, di testa, si vede negare la rete da un’autentica prodezza di Russo. La palla resta lì e Ceravolo riesce ad anticipare tutti, ma non inquadra lo specchio della porta. Dopo un bel tiro di Canotto neutralizzato da Agazzi, tentano la conclusione Addae da una parte e Piccolo (sempre positivo l’apporto del rientrante trequartista) dall’altra, ma la situazione non muta. Il punteggio non cambia neppure nel finale del primo tempo e così le contendenti affidano alla ripresa il compito di esprimere il verdetto definitivo sulla partita. Il primo a mettersi in luce nella ripresa è Palombi, ma i campani si rifugiano in angolo. Al 3’, sugli sviluppi del tiro dalla bandierina, la palla attraversa pericolosamente tutto l’area gialloblù, ma nessun giocatore della Cremonese riesce a dare il tocco vincente. Dopo un botta e risposta senza esito tra Fazio e Zortea, all’8 Caracciolo recupera un interessante pallone e lo appoggia a Gustafson che calcia da buona posizione, ma Russo non si lascia sorprendere e devia in angolo. La compagine di mister Baroni cerca di far valere il fattore campo e aumenta i giri del suo motore. Prima Piccolo e poi Migliore vanno ancora alla conclusione, ma non deve intervenire Russo che, invece, è chiamato ad un difficile intervento al 16’ per deviare un insidioso stacco di testa di Claiton sugli sviluppi di una punizione di Migliore. Al 25’ la Cremonese “intravede” il sospirato vantaggio, ma Ceravolo, ben servito da Palombi, non riesce a concretizzare una ghiotta occasione. Alla mezzora, però, Bifulco approfitta di un errore dei grigiorossi e si invola verso Agazzi, ma il portiere locale è abilissimo a sventare la minaccia in uscita. Il portiere cremonese si deve ripetere al 32’ per rintuzzare in angolo un tocco ravvicinato di Canotto. Sul fronte opposto è Palombi ad andare al tiro, ma la situazione non cambia. Le due contendenti continuano ad affrontarsi con decisione e i grigiorossi cercano di chiudere il match in avanti, ma, nonostante i tentativi finali di Palombi e Valzania, il punteggio rimane inchiodato sull’1-1 per un pareggio che impedisce alla Cremonese il desiderato balzo in avanti e la tiene “prigioniera” della zona bassa della classifica.

 

Luca Marinoni

 

Cremonese-Juve Stabia 1-1 (1-1)

 

Cremonese (3-4-2-1): Agazzi 6.5; Ravanelli 6, Claiton 6.5, Caracciolo 6 (23’ st Ciofani 6); Zortea 6.5, Valzania 6, Gustafson 6, Migliore 6; Piccolo 6.5 (35’ st Deli sv), Palombi 6.5; Ceravolo 6 (42’ st Soddimo sv). A disposizione: Ravaglia, Volpe, Bianchetti, Terranova, Renzetti, Arini, Castagnetti. All: Marco Baroni 6.

Juve Stabia (4-4-2): Russo 6.5; Vitiello 6, Troest 6, Fazio 6, Ricci 6.5; Canotto 6.5, Calò 6.5, Addae 6.5 (32’ st Izco 6), Germoni 6; Forte 6.5 (37’ st Cissé sv), Rossi 6 (20’ st Bifulco 6). A disposizione: Branduani, Lia, Boateng, Melara, Di Gennaro, Todisco, Del Sole, Mallamo, Buchel. All: Fabio Caserta 6.5.

Arbitro: Ivan Robilotta di Sala Consilina 6.

Reti: 2’ pt Forte; 8’ pt Ceravolo.

Note: ammoniti: Rossi; Addae; Valzania – angoli: 5-2 – spettatori: 6.500 – circa - recupero: 2’ e 4’.

Cremona, 26 dicembre 2019 - La Cremonese non riesce a chiudere il suo altalenante 2019 con la vittoria fortemente desiderata. Alla fine l’incontro con una Juve Stabia coraggiosa e determinata si chiude con un 1-1 che certo non appaga i desideri dei grigiorossi, chiamati a cambiare passo con decisione nel nuovo anno. Le Vespe partono subito… Forte e alla prima vera conclusione verso la porta dopo 2’ di gioco proprio l’ex attaccante grigiorosso costringe i padroni di casa ad un’immediata rincorsa trafiggendo Agazzi. La gara si fa subito molto dura (anche con interventi assai decisi), ma la squadra di Baroni non si lascia intimorire e pareggia all’8’ con una precisa deviazione di testa di Ceravolo, che sfrutta al meglio un invitante tiro-cross di Piccolo. Ristabilitasi rapidamente la parità, le due contendenti continuano ad affrontarsi a viso aperto. Calò e Canotto nel giro di un paio di minuti chiamano al lavoro la retroguardia locale, che però si chiude con attenzione, mentre al 15’ è Palombi a farsi vedere, ma il suo colpo di testa termina sul fondo. Brivido per la tifoseria dello “Zini” al 17’, quando Ricci si lancia in un’azione personale e calcia a rete subito dopo essere entrato in area, ma la sfera si stampa sul palo. La risposta grigiorossa è ancora una volta immediata e dopo soli 60” Migliore, di testa, si vede negare la rete da un’autentica prodezza di Russo. La palla resta lì e Ceravolo riesce ad anticipare tutti, ma non inquadra lo specchio della porta.

Dopo un bel tiro di Canotto neutralizzato da Agazzi, tentano la conclusione Addae da una parte e Piccolo (sempre positivo l’apporto del rientrante trequartista) dall’altra, ma la situazione non muta. Il punteggio non cambia neppure nel finale del primo tempo e così le contendenti affidano alla ripresa il compito di esprimere il verdetto definitivo sulla partita. Il primo a mettersi in luce nella ripresa è Palombi, ma i campani si rifugiano in angolo. Al 3’, sugli sviluppi del tiro dalla bandierina, la palla attraversa pericolosamente tutto l’area gialloblù, ma nessun giocatore della Cremonese riesce a dare il tocco vincente. Dopo un botta e risposta senza esito tra Fazio e Zortea, all’8 Caracciolo recupera un interessante pallone e lo appoggia a Gustafson che calcia da buona posizione, ma Russo non si lascia sorprendere e devia in angolo.

La compagine di mister Baroni cerca di far valere il fattore campo e aumenta i giri del suo motore. Prima Piccolo e poi Migliore vanno ancora alla conclusione, ma non deve intervenire Russo che, invece, è chiamato ad un difficile intervento al 16’ per deviare un insidioso stacco di testa di Claiton sugli sviluppi di una punizione di Migliore. Al 25’ la Cremonese “intravede” il sospirato vantaggio, ma Ceravolo, ben servito da Palombi, non riesce a concretizzare una ghiotta occasione. Alla mezzora, però, Bifulco approfitta di un errore dei grigiorossi e si invola verso Agazzi, ma il portiere locale è abilissimo a sventare la minaccia in uscita. Il portiere cremonese si deve ripetere al 32’ per rintuzzare in angolo un tocco ravvicinato di Canotto. Sul fronte opposto è Palombi ad andare al tiro, ma la situazione non cambia. Le due contendenti continuano ad affrontarsi con decisione e i grigiorossi cercano di chiudere il match in avanti, ma, nonostante i tentativi finali di Palombi e Valzania, il punteggio rimane inchiodato sull’1-1 per un pareggio che impedisce alla Cremonese il desiderato balzo in avanti e la tiene “prigioniera” della zona bassa della classifica.     

Cremonese-Juve Stabia 1-1 (1-1)

Cremonese (3-4-2-1): Agazzi 6.5; Ravanelli 6, Claiton 6.5, Caracciolo 6 (23’ st Ciofani 6); Zortea 6.5, Valzania 6, Gustafson 6, Migliore 6; Piccolo 6.5 (35’ st Deli sv), Palombi 6.5; Ceravolo 6 (42’ st Soddimo sv). A disposizione: Ravaglia, Volpe, Bianchetti, Terranova, Renzetti, Arini, Castagnetti. All: Marco Baroni 6.

Juve Stabia (4-4-2): Russo 6.5; Vitiello 6, Troest 6, Fazio 6, Ricci 6.5; Canotto 6.5, Calò 6.5, Addae 6.5 (32’ st Izco 6), Germoni 6; Forte 6.5 (37’ st Cissé sv), Rossi 6 (20’ st Bifulco 6). A disposizione: Branduani, Lia, Boateng, Melara, Di Gennaro, Todisco, Del Sole, Mallamo, Buchel. All: Fabio Caserta 6.5.

Arbitro: Ivan Robilotta di Sala Consilina 6.

Reti: 2’ pt Forte; 8’ pt Ceravolo.

Note: ammoniti: Rossi; Addae; Valzania – angoli: 5-2 – spettatori: 6.500 – circa - recupero: 2’ e 4’.