Cremona, 20 agosto 2018 - La Cremonese si sta avvicinando all'atteso inizio del Campionato di serie B in un clima di crescente fiducia e ottimismo. Un aiuto importante in questo senso è giunto dall'ultimo test estivo e questo non tanto per il 2-0 inflitto alla Pro Vercelli (senza dubbio un banco di prova credibile), ma, piuttosto, per la buona prova che ha caratterizzato il match con i piemontesi e per il fatto che per la seconda volta consecutiva la porta grigiorossa è rimasta inviolata. Giustamente già nel dopo partita a Caravaggio è stato sottolineato che questo è pur sempre calcio di agosto e che il cammino di crescita che la squadra allenata da Andrea Mandorlini deve compiere rimane ancora lungo ed impegnativo, ma, nello stesso tempo, è altrettanto doveroso segnalare il costante progresso messo in mostra da una formazione dalla fisionomia sempre più definita. I prossimi giorni serviranno dunque alla "Cremo" per far quadrare il cerchio e farsi trovare pronta all'esordio di sabato con il Pescara.

Pronta per una partenza con il piede giusto che tutto l'ambiente attende e Mister Mandorlini ed i suoi giocatori stanno preparando con attenzione e tenacia. Salvo intoppi proposti dall'attuale intricata situazione che sta attraversando il calcio di casa nostra (incombe la minaccia di un possibile sciopero dei calciatori), siamo ormai giunti al momento in cui si deve fare sul serio ed in vista del primo match che mette in palio i tre punti la compagine grigiorossa è già più che delineata. L'amichevole con la Pro Vercelli, in effetti, ha ribadito che la "veste" sarà un deciso 4-3-3, all'interno del quale l'allenatore grigiorosso sembra avere ormai solo pochi ballottaggi prima di poter indicare gli undici che partiranno dal 1' con gli abruzzesi. Davanti a Radunovic, infatti, Claiton e Terranova sembrano destinati a formare la coppia centrale con Mogos e Migliore sugli esterni. In mezzo al campo Castagnetti pare la certezza di un reparto che offre due casacche a tre pretendenti Arini, Croce e Greco. Un po' come accade in attacco, dove Castrovilli e Montalto (a suo di gol) dovrebbero avere garantita una maglia da titolare, mentre Carretta, Strefezza e Perrulli (ma anche Brighenti, mentre il rientro di Paulinho è slittato almeno di una settimana) si contendono il terzo ed ultimo posto nell'undici anti Pescara.