Cremona, 14 aprile 2018 - Botte e insulti in continuazione alla propria convivente davanti al loro figlioletto di due anni. Un 32enne di Cremona, operaio, è stato denunciato per maltrattamenti in famiglia dai carabinieri di Cremona, intervenuti per mettere fine all'ultima lite e sfuriata dell'uomo nei confronti della donna.

I carabinieri hanno accertato che sono stati numerosi consistenti in percosse, offese e minacce sempre perpetrati alla presenza del figlio di due anni. I carabinieri a seguito dell’ennesimo intervento hanno collocato temporaneamente il piccolo e la sua mamma presso una struttura protetta.