Elisoccorso in azione
Elisoccorso in azione

Pandino (Cremona), 13 aprile 2018 - Una persona di 42 anni è stata trovata senza conoscenza nel giardino di casa sua, una villetta a schiera situata in viale Europa a Pandino. Qualcuno l’ha vista a terra che non rispondeva alle sollecitazioni e ha dato l’allarme e sono subito partiti i soccorsi. In pochi minuti sono arrivate l’automedica e un’ambulanza della Croce Bianca di Rivolta d’Adda, erano le 16.30 circa, ma quando i soccorritori hanno controllato il ferito, hanno immediatamente deciso di far intervenire l’elisoccorso, in quanto l’uomo a terra non respirava. Dapprima è stato chiesto di far decollare l’elisoccorso di Milano, che però è risultato impegnato, e quindi i soccorritori hanno ripiegato, un minuto più tardi, su quello di Bergamo, che in otto minuti è arrivato sul posto. Nel frattempo i soccorritori hanno provveduto a intubare il malcapitato e a permettergli così una migliore respirazione.

La manovra ha dato subito frutti positivi perché pare che il ferito si sia ripreso, pur nella complessità della sua situazione. Intanto sul posto sono stati fatti arrivare anche i carabinieri del paese, in quanto al momento non erano chiare le circostanze che hanno portato al ferimento dell’uomo e si è ritenuto di dover avvisare le forze dell’ordine perché indagassero su quanto accaduto. Quando le operazioni di soccorso sono terminate, il ferito è stato mandato nell’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, dove è arrivato alle 18.05 e dove i medici, dopo averlo visitato, si sono riservati la prognosi. Nel frattempo i carabinieri hanno aperto un’indagine per cercare di chiarire le modalità dell’accaduto.

Due le ipotesi. La prima parla di un incidente domestico del quale potrebbe essere rimasto vittima il 42enne mentre stava lavorando in casa o nel giardino. L’uomo potrebbe essere caduto da una finestra o da una scala procurandosi serie ferite; la seconda, invece, propende per un atto violento che ha interessato la vittima. I militari di Pandino hanno invitato la sorella in caserma per cercare di capire che cosa sia successo in quella casa e al ferito e sono alla ricerca di eventuali testimoni che possano chiarire i contorni del fatto.