Cremona, 14 maggio 2018 - ll "cielo senza barriere" è quello che si rifletteva negli occhi delle circa 100 persone con disabilità che sabato 12 maggio 2018, all'aeroporto di Cremona-Migliaro, hanno potuto provare l'emozione di vivere la magia del volo nel corso dell'evento organizzato dal locale Aeroclub, con la cooperativa sociale Agropolis, i paracadutisti di SkyTeam Cremona e il WeFly! Team, l'unica pattuglia aerea al mondo in cui due dei tre piloti sono disabili e che ha inaugurato la giornata disegnando in cielo il tricolore italiano.

Per tutta la giornata, aerei ed elicotteri hanno accompagnato a spasso nei cieli persone che non riescono a camminare, a vedere, a parlare e che mai avrebbero immaginato di poter addirittura volare e alcuni di loro hanno potuto anche lanciarsi in tandem con il paracadute. Una vera festa per tutti che ha accolto con un bagno di folla l'ospite d'onore, l'astronauta Esa e capitano pilota dell'Aeronautica Militare, Samantha Cristoforetti che proprio a Cremona, prima di partire per la missione spaziale Futura dell'Asi, aveva ricevuto da Alessandro, Marco ed Erich, i piloti del WeFly! Team, una bandiera che ha portato con sé in orbita. "Io l'avevo interpretato non come un messaggio soltanto a favore delle persone diversamente abili ma per tutti gli altri - ha spiegato l'astronauta - perché per me persone come Marco e Alessandro sono d'ispirazione a tutti. La forza, la tenacia, la passione, anche l'amicizia tra di loro con cui perseguono degli obiettivi sono stati un esempio per me e possono essere un esempio per tutti quanti, quindi volevo condividere la loro storia con tutti".

Non sono mancate le sorprese, come l'arrivo non annunciato di Simone Moro, uno dei più grandi alpinisti del mondo, che assieme ad AstroSamantha ha mandato un in bocca al lupo a un altro astronauta italiano, Maurizio Cheli, attualmente impegnato a scalare l'Everest. Le emozioni sono poi continuate con un talk show su sfide e tecnologie con altri ospiti come il cosmonauta dell'Aeronautica Militare, Walter Villadei, Donatella Ricci detentrice del record mondiale di quota in autogiro, gli stessi piloti del WeFly! Team, Claudio Carnevale, pilota di Tornado del VI stormo di Ghedi e Marco Iannuzzi e Claudio Calcagni, paratleti del Gruppo sportivo paralimpico Difesa che hanno avuto modo anche di volare e lanciarsi con il paracadute. Era presente anche una delegazione dell'Aeronautica Militare con un simulatore di volo dell'Eurofighter e un vero elicottero Nh500 della squadriglia di Milano-Linate.