Milano, 7 agosto 2018 - Tra le funzioni più utili di internet c’è senza dubbio quella del commercio elettronico. La Rete ci offre infatti la possibilità di acquistare con un semplice clic prodotti e servizi che un tempo potevamo procurarci soltanto recandoci fisicamente in un negozio.

L’e-commerce è uno dei frutti più maturi del progresso del web e come tale ha rappresentato una rivoluzione, offrendo ai consumatori il privilegio di ottimizzare i tempi, ma penalizzando fortemente i negozi fisici, che soffrono la progressiva internettizzazione delle compravendite. Le vendite on-line, secondo dati Statista, aumenteranno del 72% nei prossimi 3 anni. I negozi tradizionali stanno cercando di rinnovarsi. Chi preferisce lo shopping in negozio apprezza in particolare la possibilità di vedere, toccare e provare i prodotti, oltre che tagliare i tempi di attesa legati alla consegna a domicilio dell’acquisto in Rete. Tali caratteristiche non sono tuttavia sufficienti per conquistare e fidelizzare un profilo emergente di consumatore che cerca la semplicità nei processi di acquisto attraverso le nuove tecnologie. Un recente studio di Ipsos ritiene che questo “acquirente 5.0” nei prossimi 5 anni crescerà del 78%. I marchi devono quindi fare un ulteriore passo avanti nell’omnicanalità, integrando i diversi canali di acquisto (fisico, on-line, mobile etc.) e offrendo nuove esperienze. 

Tiendeo.it, portale di offerte e cataloghi on-line geolocalizzati, ha fornito alcune chiavi per rivoluzionare l’esperienza del negozio retail nei prossimi anni. Si parte dalla realtà aumentata, tecnica di realtà virtuale che permette di aggiungere informazioni multimediali a quello che si sta guardando su un display. È una delle tecnologie più utilizzate dai negozi fisici per attrarre i consumatori.  Segue “l’acquisto smart”, che combina l’utilizzo del proprio smartphone con lo shopping in un negozio fisico. Parliamo ad esempio di Hointer, azienda che offre lo showroom intelligente per la vendita al dettaglio. Nel negozio sono presenti singoli campioni di ciascun capo in magazzino. Tramite il suo smartphone il cliente scansiona il QR code del prodotto che vuole provare e indica la taglia: lo troverà direttamente nel camerino. Al termine della prova, se vorrà procedere con l’acquisto, il cliente effettuerà il pagamento con lo smartphone o restituirà il prodotto tramite un apposito canale