Moto investe due pedoni a Brescia
Moto investe due pedoni a Brescia

Brescia, 17 agosto 2018 - I vicini raccontano che il rumore dell’urto è stato «talmente forte da aver creduto che fosse scoppiata una bomba». Invece era un centauro che in moto ha falciato due pedoni, uccidendoli. In via La Marmora, all’incrocio con via Rodi, dove la sera di Ferragosto è avvenuto il terrificante investimento, qualcuno ha deposto un mazzo di fiori. E chi abita nel quartiere non parla d’altro.

Le vittime stavano attraversando proprio di fronte al palazzo in cui vivevano quando il motociclista li ha travolti. Erano circa le 19. Una Bmw 1200 che arrivava dai Pilastroni e si muoveva in direzione di via Cremona, stando agli agenti della polizia locale, ha sfrecciato lungo la via a velocità inaudita.Non è chiaro addirittura se la moto sia passata con il semaforo rosso. Di certo è piombata addosso a Mauro Rossi, 65 anni, e all’anziana madre, Annina Breggi, 93, compiuti da poco più di un mese. L’impatto è stato violentissimo e non ha lasciato scampo ai due malcapitati. Rossi è morto sul posto. La mamma, invece, è deceduta in Poliambulanza in serata. La scena, scioccante, si è parata innanzi agli occhi della moglie di Rossi che, appena ha sentito il forte botto provenire dalla strada, si è affacciata al balcone.

Anche il centauro, un 47enne di Brescia risultato positivo all’alcoltest e pure sotto effetto di droga - anche se saranno gli accertamenti in corso a dare un riscontro definitivo - è stato portato in Poliambulanza. Ha riportato ferite lievi e ora è in stato di arresto per omicidio stradale.

Una vita di lavoro al Collegio costruttori in città, Rossi da un anno si godeva la pensione. Stava per diventare nonno per la seconda volta. La madre Annina viveva nello stesso palazzo di via La Marmora. Oltre alla consorte, lascia un figlio di 35 anni, in attesa di una bimba.