Il gol del pareggio di Ndoj (Lapresse)
Il gol del pareggio di Ndoj (Lapresse)

Brescia, 26 febbraio 2019 - Il Brescia allunga la serie dei risultati positivi e conquista un punto dolce-amaro in casa di un Padova determinato a non perdere per continuare a sperare nella salvezza. Gara ricca di motivazioni all'Euganeo, dunque, con i tanti ex biancazzurri nelle fila patavine (Minelli e Longhi in campo, Bonazzoli e Mister Bisoli in panchina senza dimenticare l'ex lumezzanese Baraye) che cercano di "accendere" il fanalino di coda contro la prima della classe.

Il primo spunto è però di marca ospite, con una punizione di Tonali al 5' che viene deviata da Ndoj, ma senza fortuna. Il ritmo non è comunque particolarmente elevato e le occasioni tardano ad arrivare. Il primo vero intervento per Minelli giunge al 17' per neutralizzare una pregevole conclusione di Ndoj che tuttavia non sorprende l'ex compagno di squadra. Intorno al 20' i biancorossi cercano di rendersi minacciosi e prima una punizione di Cappelletti si perde di poco sul fondo e subito dopo Baraye cerca di servire Mbakogu in posizione interessante, ma Tonali capisce tutto e si rifugia in angolo. Le due contendenti ci provano, ma non arriva il guizzo in grado di fare la differenza. Al 36' rimane senza esito un calcio di punizione di Tonali, mentre prima dell'intervallo è ancora Ndoj ad andare al tiro, ma la sua conclusione non crea particolari problemi a Minelli. Dopo qualche scontro di troppo, il primo tempo si chiude a reti bianche, affidando la soluzione del match alla ripresa.

Il secondo tempo si apre con la ghiotta occasione di Romagnoli che al 7' di testa costringe Minelli ad una difficile respinta. Un'opportunità che induce Mister Corini a inserire Torregrossa per dare maggiore "peso" all'attacco biancazzurro. La mossa non ha il tempo per sortire gli effetti desiderati che al 12' Mazzocco stacca di testa su un calcio d'angolo battuto dall'ex Bonazzoli e trafigge Alfonso. Uno "schiaffo" per l'orgoglio del Brescia che reagisce subito con determinazione. Si rendono pericolosi Torregrossa e Bisoli, ma Minelli è sempre attento e protegge il prezioso vantaggio dei patavini. L'ex portiere bresciano, però, non può nulla al 31' su un perfetto tiro a giro di Ndoj che firma l'1-1. A questo punto la squadra di Eugenio Corini crede nel risultato pieno e chiude in avanti, ma i biancorossi serrano le fila e conducono in porto un risultato positivo con la capolista che può rivelarsi prezioso in chiave futura per mister Bisoli ed i suoi giocatori.

PADOVA-BRESCIA 1-1 (0-0)
Padova (3-5-2): Minelli 7; Capelli 6, Cherubin 6, Trevisan 6; Morganella 6, Cappelletti 6,5; Broh 6 (23’ pt Zambataro 6,5), Mazzocco 6,5, Longhi 6; Mbakogu 6,5, Baraye 6 (10’ st Bonazzoli 6,5). A disposizione: Merelli; Clemenza; Andelkovic; Capello; Marcandella; Madonna; Ceccaroni; Lollo; Belinghieri; Bonazzoli. All: Pierpaolo Bisoli 6,5.
Brescia (4-3-1-2): Alfonso 6; Sabelli 6,5, Romagnoli 6,5, Cistana 6, Semprini 6 (22’ st Tremolada 6); Tonali 6,5, Bisoli 6 (43’ st Martinelli sv), Ndoj 6,5; Spalek 6; Donnarumma 6,5, Morosini 6 (7’ st Torregrossa 6). A disposizione: Andrenacci; Lancini; Dall’Oglio; Rodriguez. All: Eugenio Corini 7.
Arbitro: Baroni di Firenze 6.
Reti: 12’ st Mazzocco; 31’ st Ndoj.
Note. Ammoniti: Ndoj; Capelli; Semprini; Longhi; Mbakogu; Tonali; Bonazzoli. Angoli: 4-5. Recupero: 2’ e 4’. Spettatori: 4.000 circa