Perugia-Brescia (Lapresse)
Perugia-Brescia (Lapresse)

Brescia, 6 marzo 2018 - Il recupero della gara rinviata la settimana scorsa a Perugia interrompe la risalita del Brescia. Le Rondinelle vengono infatti sconfitte 2-0 dai Grifoni, che con un gol per tempo lasciano a mani vuote una squadra apparsa meno brillante e propositiva rispetto all'ultima gara giocata a Foggia. Un epilogo amaro, nonostante un avvio sicuramente positivo per gli ospiti.

In effetti, su un campo piuttosto pesante, ma praticabile nonostante il maltempo dell'ultimo periodo, il Brescia parte di buona lena. Non è infatti terminato il 1' che Torregrossa innesta la marcia superiore e costringe la difesa dei Grifoni a rifugiarsi in calcio d'angolo.Le Rondinelle insistono nel loro volo e al 3' ci prova Ndoj, ma la retroguardia biancorossa riesce ancora a rintuzzare la minaccia in corner. Gli umbri cercano di entrare a loro volta in partita e prima Mustacchio e poi Bianco impegnano i difensori biancazzurri. Al 14', sugli sviluppi di un calcio d'angolo, la sfera giunge a Cerri, che con un millimetrico rasoterra trova l'angolo dove Minelli non può arrivare. L'inatteso svantaggio rappresenta un duro colpo per la squadra di Roberto Boscaglia, che al 18' rischia di subire l'immediato raddoppio. Dapprima è Di Carmine a colpire il palo e poi Bandinelli calcia a lato il possibile tocco vincente. Solo nel finale del primo tempo il Brescia riesce a riprendersi, ma il tiro-cross di Curcio non impensierisce l'ex Leali.

Nella ripresa gli umbri vanno per primi al tiro al 4', ma Minelli controlla la situazione. L'attesa risposta delle Rondinelle giunge al 6' ma la conclusione di Embalo è debole e Leali blocca la sfera. Nella replica, approfittando anche di un pallone recuperato sulla tre-quarti, il Perugia firma il raddoppio. Dal fondo Mustacchio serve Di Carmine, che in scivolata mette ulteriormente in salita la rincorsa degli ospiti. Sotto di due gol, la compagine ospite cerca di correre ai ripari. Mister Boscaglia inserisce prima Spalek e poi Rivas e spinge in avanti i suoi. I Grifoni, però controllano la situazione con ordine ed impediscono all'ex Caracciolo e compagni di rendersi pericolosi. Al 25' è proprio l'Airone a cercare la rete dell'ex, ma il suo palombella con Leali fuori dai pali non inquadra il bersaglio. Con il passare dei minuti cresce la pressione del Brescia e Bisoli e Spalek cercano la rete in grado di riaprire la sfida, ma la porta difesa da Leali rimane inviolata sino al termine del 5' di recupero, obbligando così le Rondinelle ad interrompere la loro serie positiva e a guardare alla sfida di sabato con il Novara con la consapevolezza di non poter commettere un altro passo falso.

PERUGIA-BRESCIA 2-0 (1-0)
Perugia (3-5-2): Leali; Volta, Del Prete (20' st Dellafiore), Magnani; Pajac, Gustafson, Bianco, Bandinelli, Mustacchio; Cerri (24' st Diamanti), Di Carmine. A disposizione: Santopadre, Nocchi, Gonzalez, Buonaiuto, Colombatto, Belmonte, Terrani, Kouan, Germoni. All: Roberto Breda.
Brescia (4-4-2): Minelli; Coppolaro, Somma, Meccariello, Curcio; Furlan (16' st Rivas), Ndoj (24' st Bisoli), Martinelli, Embalo (11' st Spalek); Torregrossa, Caracciolo. A disposizione: Pelagotti, Lancini, Longhi, Tonali, Cancellotti. All: Roberto Boscaglia.
Arbitro: Sacchi di Macerata.
Reti: 14’ pt Cerri; 7' st Di Carmine.
Note. Ammonito Coppolaro. Angoli: 4-2. Recupero: 0 e 5’. Spettatori: 4.500 circa