L'esultanza dopo il gol di Ndoj (Fotolive/Simone Venezia)
L'esultanza dopo il gol di Ndoj (Fotolive/Simone Venezia)

Brescia, 23 febbraio 2019 - Il Brescia non molla mai e nel finale concretizza la desiderata vittoria con un ostico Crotone che rafforza il primato delle Rondinelle. Un sucecsso ancora più importante se si considera le condizioni nelle quali si è presentata in campo la squadra di Mister Corini, che ha dato fiducia al giovane Semprini per ovviare ai problemi della fascia sinistra ed ha schierato in attacco l'inedita coppia Morosini-Tremolada. Solo in panchina il bomber Donnarumma, mentre sono in tribuna lo squalificato Torregrossa e l'infortunato Rodriguez per un attacco ridotto veramente all'osso.

CR_37190922_165057

Nonostante queste defezioni e la necessità di fare risultato dei rossoblù dell'ex Giovanni Stroppa, il Brescia fa capire le sue intenzioni sin dai primi minuti. Morosini saggia la reattività di Cordaz, mentre un duetto Spalek-Sabelli lancia un invitante assist al centro dell'area calabrese senza riuscire a trovare la deviazione vincente di nessun compagno. La formazione biancazzurra cerca di fare gioco, ma gli ospiti chiudono con attenzione tutit i varchi e il ritmo si abbassa. La rete difesa da Cordaz, nonostante la generosa pressione dein padroni di casa, non corre particolari pericoli e i tentativi di Ndoj e Morosini prima dell'intervallo non sortiscono alcun effetto. Nella ripresa è ancora il Brescia il primo ad affondare i colpi. E' il 3' quando Bisoli serve Morosini che calcia di prima intenzione, ma Cordaz è attento. Con il passare dei minuti aumenta la generosa pressione delle Rondinelle, ma i calabresi non commettono errori. Dopo una prodezza di Cordaz su un tocco di Morosini al quarto d'ora, Mister Corini decide di affidarsi al bomber Donnarumma. Il Brescia si spinge ancora di più in avanti e al 34' la sua tenacia viene premiata. Una punizione di Tonali genera una mischia nell'area ospite. L'ultimo tocco è di Ndoj, che riesce a precedere Molina e a trafiggere Cordaz. Il Crotone rimane in dieci per l'espulsione per proteste di Machach e non riesce a dare concretezza alla sua reazione. Le Rondinelle possono così mantenere il prezioso vantaggio fino al 5' di recupero quando Donnarumma, sempre più capocannoniere cadetto, firma il raddoppio che mette in cassaforte il successo che consolida il primato di un Brescia sempre più lanciato.

Brescia-Crotone 2-0 (0-0)

Brescia (4-3-2-1): Alfonso 6,5; Sabelli 6,5, Cistana 6, Romagnoli 6,5, Semprini 6; Bisoli 6,5, Tonali 6,5, Ndoj 6,5 (46’ st Gastaldello sv); Spalek 6; Tremolada 6 (23' st Donnarumma 6,5); Morosini 6 (38’ st Dall’Oglio sv). A disposizione. Andrenacci, Gastaldello, Lancini, Martinelli, Viviani, Cortesi. All: Eugenio Cortesi.
Crotone (3-5-2) Cordaz 6; Marchizza 6 (36’ st Milic sv), Spolli 6,5, Gomelic 6; Sampirisi 6, Gomelt 6 (20' st Barberis 6), Benali 6,5, Rodhen 6,5, Molina 6; Pettinari 6, Mraz 6 (22' st Machach sv). A disposizione: Curado, Cuomo, Firenze, Figliuzzi, Kargbo, Vaisanen, Festa, Valietti, Simy. All: Giovanni Stroppa 6.
Arbitro: Da Ros di Podernone 6.
Reti: 34’ st Ndoj, 50’ st Donnarumma.
Note: ammoniti: Cistana, Romagnoli, Semprini, Sabelli, Marchizza, Benali – espulso: 35’ st Machach - angoli 5-4 per il Brescia - recupero 0' e 5’ – spettatori: 8.000 circa.