Brescia, 14 agosto 2018 - Messo in archivio l'infinito pomeriggio che ha "partorito" (tra molteplici sofferenze) il calendario di questa serie B a 19 squadre, il Brescia ("Sarà un onore essere protagonisti della gara inaugurale con il Perugia - diretta Rai in chiaro ndr - nel nostro stadio" ha sottolineato il dg Francesco Marroccu) è concentrato sugli ultimi giorni di mercato. L'idea è quella di inserire un rinforzo per reparto prima della chiusura di venerdì. Un progetto che chiama in causa soprattutto una difesa che durante il precampionato ha evidenziato qualche problema di troppo. In questo senso il nome per dare maggiore solidità al pacchetto arretrato è sempre quello dell'ex Luca Caldirola, attualmente in forza al Werder Brema, ma che vedrebbe bene un ritorno tra le Rondinelle (dove, tra l'altro, ritroverebbe un suo caro amico come Luca Tremolada).

Sul fronte delle uscite è sempre con la valigia in mano Biagio Meccariello. L'ex capitano della Ternana non ha trovato grande fortuna a Brescia e sembra indirizzato verso l'Ascoli, al contrario del giovane Alessandro Semprini, che ha convinto Mister Suazo ed ha prolungato con la società biancazzurra. Passando al capitolo portieri, Alberto Pelagotti è ormai un giocatore dell'Arezzo, mentre il mancato ripescaggio in B del Novara ha rimescolato le carte per Stefano Minelli, che non andrà in Piemonte, ma potrebbe compiere il percorso inverso rispetto ad Alfonso e approdare al Cittadella.

Tornando alle trattative in entrata, a centrocampo, in attesa che il regista Sandro Tonali dopo le fatiche con la Nazionale possa raggiungere la forma migliore, il Brescia è comunque alla ricerca di una pedina per "arricchire" il reparto. Anche in questo caso il nome che circola con insistenza è sempre uno, il "roccioso" Bright Addae dell'Ascoli, ma la distanza tra domanda e offerta non diminuisce e il tempo a disposizione per completare l'operazione è sempre meno. L'ultima nota, infine, si rivolge all'attacco. Il reparto avanzato, finora, è quello che ha convinto di più, ma gli uomini di mercato biancazzurri non rinunciano a cercare quella che potrebbe essere la ciliegina sulla torta. Rimangono così in pista Fabio Ceravolo (Parma) e l'ex lumezzanese Andrej Galabinov (Genoa), mentre l'atalantino Guido Marilungo (che ha giocato l'ultima stagione nello Spezia) può essere considerato più una suggestione estiva che un vero obiettivo bresciano.