Il Napoli di Mazzarri vince a Bergamo 2-1 grazie a Osimhen e Elmas

L’Atalanta ha fatto la partita per mezz’ora nel secondo tempo ma ha pagato un’ingenuità di Carnesecchi

Eljif Elmas
Eljif Elmas

Bergamo – Buona la prima per Mazzarri nella sua seconda esperienza al Napoli, ritorno coinciso con una vittoria pesantissima a Bergamo per 2-1 che rilancia le ambizioni da scudetto dei campioni d’Italia.

Atalanta sconfitta nel confronto diretto contro una diretta rivale nella corsa Champions, ora lontana quattro lunghezze, con il Napoli salito a 24 punti e la Dea rimasta a 20, dopo una partita equilibrata, che i bergamaschi nella ripresa avrebbero potuto vincere, decisa dagli episodi. Come il secondo gol del Napoli nato da un errato rilancio del portiere atalantino Carnesecchi.

rimo tempo con avvio ingolfato. L’Atalanta pressa alta con la solita modalità aggressiva, il Napoli cauto attende di prendere le misure ai nerazzurri. Si lotta a centrocampo e i contrasti sono più dei passaggi. Il primo squillo della Dea arriva al ventesimo: punizione da sinistra di Koopmeiners che trova Pasalic che in girata di testa costringe Gollini ad un volo plastico. Il Napoli cerca la profondità verticalizzando con due contropiede di Lobotka, su cui è bravo Carnesecchi a chiudere in uscita, e Politano, anticipato dal recupero perfetto di Kolasinac. Alla mezz’ora infortunio per Zappacosta che si gira la caviglia in un contrasto con Anguissa: al suo posto entra Hateboer. Al 33’ esulta il Napoli, in rete con una frustata di testa di Rrahmani al centro dell’area: l’arbitro Mariano annulla per fuorigioco dopo il consulto Var. Tre minuti più tardi brutto infortunio per Olivera che da solo appoggia male il ginocchio in torsione: al suo posto Juan Jesus. Ad un minuto dal riposo il vantaggio del Napoli con un’azione quasi identica a quella del precedente gol annullato a Rrahmani: cross da destra di Di Lorenzo per l’accorrente Kvaratshkelia che brucia Scalvini incornando in rete. Un minuto più tardi l’Atalanta sfiora il pari con un’azione fotocopia: cross da destra di Hateboer che pesca Koopmeiners che di testa appoggia da due passi ma l’ex Gollini si supera e devia in corner. Prima del riposo Napoli vicinissimo al raddoppio con una mischia in area con Carnesecchi da applausi che tampona su Zielinski e poi a seguire un miracoloso salvataggio di Scalvini su Di Lorenzo a porta sguarnita.

Ripresa con Gasperini che inserisce Ruggeri a sinistra per Bakker e il laterale brembano è subito pericoloso con un forte diagonale da sinistra su cui Gollini smanaccia. L’Atalanta aumenta il pressing, il Napoli comincia ad andare in confusione nei passaggi e al 53’ arriva il pareggio nerazzurro con il solito copione della serata: cross da destra di Hateboer e in mezzo all’area Lookman prende il tempo a Rrahmani girando di testa nell’angolo opposto dove Gollini non può arrivare.  Galvanizzata dal pareggio la Dea cresce, aumentando il pressing alto con un combattivo De Ketelaere, mettendo il Napoli in affanno nelle uscite dalla propria area. Mazzarri inserisce Elmas e Osimhen per rompere l’assedio nerazzurro. Al 68’ Pasalic recupera palla sulla tre quarti e si invola in area trafiggendo l’ex compagno Gollini, il Gewiss esplode, ma la bandierina alzata dal guardalinee per fuorigioco di Koopmeiners gela l’esultanza del croato e del pubblico: rete annullata. Al 74’ un rasoterra velenoso di De Ketelaere esce di poco a lato. Al minuto 78 il nuovo vantaggio partenopeo: rinvio impreciso di Carnesecchi intercettato dal centrocampo azzurro, palla verso l’area e Osimhen in scivolata anticipa il neo entrato debuttante Bonfanti servendo l’accorrente Elmas, che di piatto insacca il 2-1. Gasperini tenta l’assalto finale buttando nella mischia Muriel e Scamacca. Finale convulso ma la difesa del Napoli è attenta a blindare l’area fino al 95’: prima vittoria del nuovo ciclo Mazzarri, il Napoli si rilancia, l’Atalanta si rammarica per non aver concretizzato quando poteva sull’1-1. ATALANTA-NAPOLI 1-2 (0-1)

ATALANTA (3-4-1-2): Carnesecchi 5,5; Scalvini 6, Djimsiti 6, Kolasinac 6,5 (76’ Bonfanti 6); Zappacosta 6 (32’ Hateboer 6), Ederson 6, Pasalic 6,5, Bakker 5,5 (46’ Ruggeri 6,5); Koopmeiners 5,5; Lookman 6,5 (83’ Scamacca 6), De Ketelaere 6 (83’ Muriel 6). Allenatore: Gasperini 6,5 Voto squadra 6 NAPOLI (4-3-3): Gollini 6,5; Di Lorenzo 7, Rrahmani 6, Natan 6,5 (77’ Ostigard 6,5), Olivera 6 (39’ Juan Jesus 6,5); Anguissa 7, Lobotka 6,5, Zielinski 6 (77’ Cajuste 6,5); Politano 6 (63’ Elmas 7), Raspadori 6 (63’ Osimhen 7), Kvaratskhelia 7. Allenatore: Mazzarri 7 Voto squadra 7 Arbitro: Mariani 6 Marcatori: 44’ Kvaratshkelia (N), 53’ Lookman (A), 79’ Elmas (N)

Continua a leggere tutte le notizie di sport su