Mantova, e chi lo ferma . La capolista passa a Legnago

Galuppini nella ripresa firma il successo dei Campioni d’inverno. La formazione di Possanzini dimostra però di saper anche soffrire .

Mantova, e chi lo ferma . La capolista passa a Legnago

Mantova, e chi lo ferma . La capolista passa a Legnago

Il Mantova deve stringere i denti sino alla fine, ma tiene stretto il prezioso vantaggio che gli consente di vincere in casa di un Legnago che si è confermato avversario tenace e di buon livello, qualità che rendono ancora più prezioso il successo con il quale la squadra di mister Possanzini ha festeggiato nel migliore dei modi il titolo di campione d’inverno già acquisito con un turno di anticipo.

I veronesi cercano di affrontare a testa alta la capolista, ma i virgiliani partono decisi ad assumere subito le redini del gioco e sono proprio degli ospiti i primi spunti della gara. La partita si dimostra piacevole e ricca di capovolgimenti di fronte, ma il risultato rimane fermo sullo 0-0. In pieno recupero, però, la formazione di Possanzini raccoglie il premio per gli sforzi profusi. L’avanzato Redolfi raccoglie di testa un angolo battuto da Trimboli e manda al riposo gli ospiti in vantaggio.

L’inizio della ripresa, però, sorprende il Mantova. Al 1’, infatti, Rocco anticipa tutti e firma l’1-1 che costringe i virgiliani a ricominciare tutto daccapo. I biancorossi non si perdono d’ani e al 9’ tornano nuovamente in vantaggio, sempre con un colpo di testa, firmato questa volta dal bomber Galuppini su cross di Bani. Ancora una volta il Legnago non vuole rassegnarsi alla sconfitta e cerca di raddrizzare nuovamente la situazione, ma la difesa del Mantova fa buona guardia. La compagine di Possanzini non riesce a chiudere anzitempo la contesa e gli scaligeri nel finale possono giocare il tutto per tutto in avanti, ma i virgiliani non commettono errori e conducono in porto una vittoria più che preziosa.