Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
21 apr 2022

Atalanta, Matteo Pessina compie 25 anni. Stagione negativa ma resterà a Bergamo

Una clausola con il Milan ne impedisce di fatto la partenza

21 apr 2022
fabrizio carcano
Sport
Atalanta's Pessina Matteo gestures during the Italian Serie A soccer match Atalanta BC vs Fiorentina at Gewiss Stadium in Bergamo, Italy, 11 Semptember 2021.
ANSA/PAOLO MAGNI
Matteo Pessina
Atalanta's Pessina Matteo gestures during the Italian Serie A soccer match Atalanta BC vs Fiorentina at Gewiss Stadium in Bergamo, Italy, 11 Semptember 2021.
ANSA/PAOLO MAGNI
Matteo Pessina

Bergam0, 21 aprile 2022 - Un anno fa era un giocatore lanciatissimo verso un clamoroso finale di stagione, culminato con la vittoria agli Europei con due suoi gol decisivi. Oggi Matteo Pessina compie 25 anni e il suo compleanno sicuramente non cade in un momento felicissimo per la sua carriera, arrivando una settimana dopo l’eliminazione dall’Europa League e al termine di un mese nerissimo per la sua Atalanta, reduce da quattro sconfitte consecutive e scivolata addirittura all’ottavo posto in classifica.
Annata finora negativa per la Dea, annata altrettanta negativa per il ragazzo di Monza, che ha incassato anche la delusione dell’esclusione dell’Italia dai Mondiali in Qatar e sta vivendo una stagione sotto tono, soprattutto se paragonata a quella precedente. Ventidue presenze in campionato con una rete, altre dieci gare e un gol (in Champions contro lo Young Boys) nelle varie coppe. Troppo poco per il giocatore rivelazione della scorsa stagione nerazzurra, troppo poco per un campione europeo finito troppo spesso in panchina, chiuso dall’esplosione dell’olandese Koopmeiners e dalla concorrenza di Pasalic.
Con un paradosso, nonostante un’annata no Pessina non sarà sul prossimo mercatoResterà sicuramente in nerazzurro. Per via di una strana clausola sottoscritta dalla Dea con il Milan nel 2017, nella complessa trattativa che portava in rossonero il lecchese Andrea Conti. Nel pacchetto era stato inserito anche il ventenne Pessina, reduce da una positiva stagione in C al Como, ragazzo su cui il Milan non aveva creduto ma che non voleva perdere del tutto: per questo i dirigenti rossoneri avevano inserito una condizione per cui, in caso di successiva cessione, il Diavolo avrebbe avuto la metà del ricavato, con una sotto clausola, per cui questa condizione sarebbe venuta meno dopo la 100esima presenza di Pessina in maglia atalantina.
Per questa ragione contrattuale la scorsa estate il brianzolo non era sul mercato: inutile cederlo a 30/35 milioni dovendo poi girarne la metà alle casse rossonere. Mancavano 41 presenze, ma Pessina in questa stagione non le ha raggiunte: è a 32 e al termine della stagione mancano solo 6 partite. Per cui al massimo arriverà a quota 97…
E resterà a Bergamo, in cerca di un riscatto ad alto livello insieme alla sua Dea con cui ha un futuro tutto da scrivere.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?