Arese (Milano), 15 luglio 2016 - Cassieri, magazzinieri, commesse, addetti alla ristorazione e altre figure professionali: lo shopping center più grande d’Italia, "Il Centro" di Arese, ha dato lavoro a 2.467 persone, di cui 839 con contratto a tempo indeterminato. Le cifre sulle ricadute occupazionali del nuovo centro sorto sulle ceneri dell’ex Alfa Romeo sono state rese note nel corso dell’ultima riunione del tavolo permanente di monitoraggio, organismo previsto dall’Accordo di programma che ha riunito l’Agenzia regionale Arifl, Finiper ed i Comuni di Arese e Lainate.

"La valutazione complessiva sul fronte delle assunzioni è positiva – fanno sapere i Comuni – I 2.467 dipendenti neo assunti nel centro commerciale rappresentano un significativo valore per l’intero territorio. I numeri confermano il raggiungimento degli obiettivi sottoscritti nell’accordo anche per quando riguarda la quota di assunzioni tra i residenti". Infatti il centro commerciale è andato oltre il numero indicato negli Accordi (200) e ha assunto 295 dipendenti residenti nei due Comuni, di cui una parte negli esercizi commerciali e l’altra all’interno dell’Iper. Ma non basta.

I Comuni hanno chiesto di adeguare in tempi brevi "le forme contrattuali" come previsto nell’Accordo di programma, "l’obiettivo è di garantire un lavoro stabile al maggior numero di addetti", spiegano. E hanno invitato la proprietà ad ottemperare all’obbligo dei contratti a tempo indeterminato entro il 30 novembre 2016.