Garbagnate Milanese, 25 settembre 2017 - ​ Promoter uccisa, trovato un sacchetto con ossa di cranio. I carabinieri del comando provinciale di Varese hanno rinvenuto un sacchetto contenente resti umani in un'area campestre di Garbagnate Milanese.

Con tutta probabilità si tratta delle ossa del cranio di Marilena Re, la donna uccisa i cui resti erano stati trovati negli orti comunali di Serenella, frazione di Garbagnate, su indicazione di Vito Clericò, il killer che aveva poi confessato il delitto. Il cadavere aveva però la testa mozzata e, dunque, i resti del cranio non erano ancora stati trovati. Lo stesso Clericò aveva raccontato di averla gettata in un cassonetto dei rifiuti. I reperti sono stati sottoposti a sequestro con decreto del pm di Busto Arsizio, titolare dell'indagine, e prelevati per la successiva analisi dal personale del Laboratorio di antropologia ed odontologia forense di Milano.