Cremona, 16 febbraio 2017 - "Dopo mesi di studio, è giunto a conclusione il lavoro sia dei censori teologi, sia della Commissione storica per ciò che riguarda la causa di beatificazione di don Primo Mazzolari. Entrambi hanno sottolineato che negli scritti di don Mazzolari non si vede nulla che possa configurarsi come eresia, sia in campo dottrinale sia in questioni di morale . Anzi, uno studio analitico delle sue pubblicazioni mostra la costante preoccupazione di don Primo di rimanere fedele alla verità".

Ad affermarlo è don Bruno Bignami, presidente Fondazione Don Mazzolari di Bozzolo. La Commissione storica ha espresso un giudizio favorevole, non senza fermarsi ad analizzare eventuali dubbi che potrebbero sorgere in sede di tribunale. L`analisi della documentazione raccolta è stata fatta nella sua completezza. Parere favorevole alla beatificazione di don Primo Mazzolari è emerso anche dai periti teologi nominati ad hoc. Ora la parola passa alla diocesi di Cremona, che può far partire il processo vero e proprio. Si provvederà nei prossimi mesi sia alla nomina dei membri del Tribunale diocesano sia a definire una data, presumibilmente in autunno, per dare il via ufficiale alla causa di beatificazione.