Cremona, 3 agosto 2014 - Nutrie, adesso è guerra davvero. Dopo la risoluzione del Senato, caldeggiata dal parlamentare cremonese Luciano Pizzetti, anche la regione Lombardia si appresta a dichiarare guerra alle nutrie. Soddisfazione degli agricoltori cremonesi della pianura Padana, perché è arrivati a una risoluzione che la categoria da tempo chiedeva a gran voce.

Dapprima la richiesta è arrivata al Senato, con una richiesta di poter abbattere le nutrie, fonte di disagi e di disastri per l'agricoltura lombarda in generale e quella cremonese in particolare. Il Senato, in settimana, ha dato il via libera alla caccia a questi roditori. Poi, ieri anche la Regione ha preso atto di quanto succede nelle varie province lombarde. Ha verificato che le lamentele degli agricoltori hanno un fondamento perché le nutrie scavano gallerie nei pressi dei canali, provocano l'uscita dell'acqua e la conseguente inondazione dei campi, oltre al fatto che gli stessi argini forati subiscono indebolimenti così consistenti da poter crollare, con conseguenze immaginabili. Quindi, nei prossimi giorni anche la regione Lombardia promulgherà una legge grazie alla quale si potrà sparare a questi grossi roditori. Con buona pace degli animalisti.

di Pgr