Tim Cook, amministratore delegato di Apple
Tim Cook, amministratore delegato di Apple

Dopo tante voci ora arrivano le prime conferme. Gli iPhone 14 potrebbero, per la prima volta nella storia, adottare la porta di ricarica usb-cLo dice un report di iDrop News, sito specializzato alle nuove uscite in campo tecnologico, che ha raccolto varie indiscrezioni da fonti vicine all'azienda che forniscono precise informazioni sulla prossima generazione di smartphone della Mela. Secondo le voci interne più recenti, almeno due dei quattro modelli di iPhone previsti per il prossimo settembre, il 14 Pro e il 14 Pro Max, monteranno una porta standard di tipo-c, che sostituirà il connettore lightning, montato attualmente sugli tutti gli smartphone Apple.

Apple utilizza già una ricarica del genere sui più recenti iPad. La decisione sarebbe conseguenza sia delle richieste dell'Unione Europea, che ad ottobre aveva invitato i colossi dell'hi-tech ad uniformarsi ad uno standard unico per venir incontro alle esigenze dei consumatori, sia per questioni puramente tecniche. L'odierna porta lightning non consentirebbe infatti velocità di trasmissione dati pari a quelle delle usb-c, sempre più richieste per spostare file di grandi dimensioni tra dispositivi e verso i computer.

Una necessità concreta per gli utenti iPhone che scattano foto e girano video in alta qualità (ProRes), formati pesanti dal punto di vista dell'archiviazione e del trasferimento. La velocità di trasferimento di un connettore lightning è comparabile a quella di una porta USB 2.0, oramai superata per tecnologia. Anche l'amministrazione Biden si è detta a favore del passaggio al connettore unico, per i principali dispositivi tecnologici di consumo.