Corsico (Milano), 10 maggio 2018 – Hanno messo a segno tre rapine nell’arco di 20 minuti. Lasciando il motorino acceso all’esterno degli esercizi commerciali, nascondendosi dietro un casco integrale e utilizzando una pistola giocattolo senza tappo rosso per intimare i farmacisti a farsi consegnare i soldi in cassa, avevano già racimolato 1300 euro. Ma il loro tour criminale è stato fermato dai carabinieri di Corsico che, dopo un breve inseguimento, sono riusciti a braccare i malviventi arrestandoli. Al fresco di San Vittore sono finiti C.B 29enne e G.P. classe 1980, entrambi nullafacenti e già volti conosciuti alle forze dell’ordine.

Per loro l’accusa è quella di rapina aggravata continuata in concorso. Secondo le ricostruzioni dei militari, i due, nel primo pomeriggio, avevano già rapinato tre farmacie: quella di via Copernico, quella di via Dante e la terza, quella all’angolo tra via Cavour e via XXIV Maggio. E’ proprio a seguito dell’allarme lanciato dal personale della farmacia comunale che i carabinieri sono riusciti a rintracciare i malviventi e assicurarli alla giustizia. Indagini sono in corso da parte dei carabinieri per verificare se, la mano della gang, ha firmato anche gli altri colpi ai danni delle farmacie del sud Milano registrati nei giorni scorsi.