L'uomo è stato fermato dai carabinieri
L'uomo è stato fermato dai carabinieri

Sesto San Giovanni (Milano), 7 dicembre 2018 - Si sono "incontrati" su un noto portale di annunci, hanno concordato un massaggio a domicilio e, poi, dopo la prestazione, un uomo si è spacciato per un finanziere e ha costretto la donna a un rapporto sessuale. I carabinieri di Sesto San Giovanni hanno arrestato con un’ordinanza di custodia cautelare un italiano residente a Monza, di 44 anni e di origini siciliane, già noto alle forze dell’ordine per diversi precedenti.

La violenza risale a quest’estate, precisamente al 15 luglio, e le indagini sono state avviate dopo la denuncia, che era stata presentata dalla vittima alla caserma di via Pirandello. La vittima è una ragazza moldava di 33 anni, incensurata e sposata, che lavora come massaggiatrice a domicilio. La donna aveva pubblicato un annuncio sul portale, che era stato visualizzato dall’aguzzino. A quel punto, l’uomo aveva prenotato la prestazione, sempre attraverso il sito internet, e i due si erano dati appuntamento a Sesto San Giovanni. La moldava, infatti, sarebbe arrivata in piazza Primo Maggio con il treno e il 44enne siciliano l’avrebbe poi portata a casa per il massaggio. Infatti, così è avvenuto. Si è fatto trovare davanti alla stazione, per passare a prenderla, l’ha caricata in auto e l’ha portata nel suo appartamento, dove la 33enne ha svolto la mansione per cui era stata contattata. Dopo il massaggio e alla richiesta del pagamento, il 44enne si è spacciato per un militare della Guardia di Finanza. Così, prima ha negato il compenso. "Io sono un finanziere e tu lavori in nero, in modo illegale", le avrebbe detto, aggiungendo subito dopo anche la soluzione. "Ti dovrei denunciare, ma possiamo accomodarci in un altro modo per sistemare la questione". A quel punto, sotto intimidazione e sotto inganno, la donna è stata costretta a subire un rapporto sessuale. Per tutto il tempo, il malvivente l’aveva minacciata che, altrimenti, le avrebbe fatto scattare un accertamento fiscale, poiché l’attività di massaggiatrice era svolta in modo irregolare e illecito.

Dopo la violenza sessuale subìta, la 33enne ha però trovato il coraggio di tornare a Sesto, presentarsi alla caserma e denunciare il finto finanziere. In queste settimane, le indagini sono state chiuse ed è stata disposta l’ordinanza di custodia cautelare, che è stata effettuata dai carabinieri sestesi. L’uomo, che ha alle spalle un lungo curriculum criminoso, si trova ora agli arresti domiciliari a Monza.