Il cantiere di Palazzo Omodei

Cusano Milanino (Milano), 7 giugno 2018 - Piazza Cavour può attendere… almeno altri 40 giorni lavorativi. A tanto ammonterebbe la proroga di cantiere richiesta dall’impresa che sta eseguendo i lavori di riqualificazione della piazza che, tra un rinvio e l’altro, è chiusa e inospitale da ben 16 anni. Nei giorni scorsi l’impresa che sta eseguendo i lavori di rifinitura del piazzale e del parcheggio sottostante, ha chiesto all’amministrazione comunale un rinvio sulla scadenza che era prevista per il 31 maggio scorso, al termine di 8 mesi di lavori. La proroga è stata accordata, anche perché aprire un contenzioso quando si è a un passo dal raggiungere un obiettivo tanto difficile e agognato, sarebbe ancora più rischioso. Così per riavere la piazza a disposizione di tutti i cittadini si dovrà attendere il 31 luglio.

L’amministrazione comunale è costretta nuovamente a stringere i denti e fare da bersaglio alle inevitabili polemiche. I cittadini segnalavano da tempo che il cantiere procedeva a rilento e che molto spesso si vedevano al lavoro due o tre operai, quando la mole di interventi ancora da compiere è molto elevata. Tuttavia a difesa dell’impresa vi sono le condizioni meteo che negli ultimi due mesi non sono state proprio clementi. Sull’avanzamento lavori si era espresso anche il Movimento 5 Selle che in un recente consiglio comunale aveva portato al sindaco Lorenzo Gaiani le preoccupazioni dei cittadini: "Avevamo segnalato al consiglio comunale il rallentamento dei lavori e già diverse settimane fa risultava molto difficile terminare nei tempi – hanno spiegato Benedetto Pallotti e Marco Fais, consiglieri comunali pentastellati - Vigileremo sul fatto che siano 40 giorni e non di più e in tal caso che vengano applicate le sacrosante penali da 400 euro al giorno".

Intanto resta il rammarico per non essere riusciti a completare i lavori in tempo per godere della nuova e verdeggiante piazza in tempo per l’estate. In una Cusano che è arida di spazi per l’aggregazione e avara di piazze in cui incontrarsi la sera, questo spazio avrebbe rappresentato una gradita presenza. Tutto rinviato, forse a fine luglio, quando molti cusanesi saranno già in vacanza.