Al lavoro per sfoltire le frasche
Al lavoro per sfoltire le frasche

Cinisello Balsamo (Milano), 2 gennaio 2019 - Il rischio di caduta di rami lungo viale Fulvio Testi è stato segnalato più volte negli ultimi anni. E sebbene da alcuni mesi siano finalmente partiti i lavori di manutenzione del verde che mancavano da quasi trent’anni, la situazione lungo il viale rimane di costante pericolo. Il vento che ha spazzato il territorio milanese a fine anno ha letteralmente diviso in due uno dei vecchi alberi di alto fusto presenti sullo spartitraffico. Due grossi rami si sono abbattuti sia sul lato destro che su quello sinistro del viale, nel tratto cinisellese, all’altezza del quartiere Crocetta.

Per fortuna, e soltanto per fortuna, non si sono verificati incidenti. Uno dei due rami, infatti, era così lungo che cadendo si è abbattuto sul guardrail invadendo parte della corsia di sorpasso sulla carreggiata Nord, verso Monza. Il ramo è stato spostato e riposizionato all’interno dello spartitraffico in attesa di un intervento di rimozione, ma i segni sul guardrail sono inequivocabili: la struttura in metallo è stata ammaccata e danneggiata, segno che se nel momento della caduta fosse transitata un’auto, oggi ci troveremmo a parlare di una tragedia. Purtroppo i circa cento platani che popolano lo spartitraffico di viale Fulvio Testi tra Sesto San Giovanni e Cinisello rappresentano un pericolo per la circolazione. Negli anni sono cresciuti, ma soprattutto non sono mai stati sottoposti a manutenzione e a controlli.

Tanto che nell’ultimo anno, da quando è cominciato il progetto di manutenzione del verde da parte di Ersaf, l’ente regionale delle foreste, è stato necessario intervenire con 14 abbattimenti radicali. Gli altri alberi sono stati sottoposti ad uno sfoltimento dei rami, ma quanto pare ciò non è bastato a limitarne la pericolosità. Ognuno di questi alberi, in caso di vento forte o temporali, potrebbe abbattersi su una strada dove spesso le auto circolano a una velocità superiore ai 100 chilometri orari. Nei prossimi mesi proseguirà l’intervento di Ersaf che ha visto un impegno di 900mila euro da parte della passata amministrazione comunale di Cinisello. L’area centrale di viale Fulvio Testi sarà riallestita con varie essenze autoctone certificate e in grado di massimizzare l’assorbimento degli inquinanti.