Lo chalet gestito dall’Auser si trova nel parco di Villa Ghirlanda
Lo chalet gestito dall’Auser si trova nel parco di Villa Ghirlanda

Cinisello Balsamo (Milano), 19 giugno 2019 - "Chiuso per troppi furti". Recita così il cartello che l’Auser di Cinisello Balsamo ha affisso dinanzi alla passerella che conduce all’antico chalet svizzero di Villa Ghirlanda. Negli ultimi due giorni, la pittoresca baita in legno che sorge sulla cima di una collinetta nel cuore del parco è stata violata per due volte da gruppi di ladri e teppisti. Per due volte hanno divelto una persiana in legno e infranto i vetri di una finestra per ricavarsi un accesso ai locali che l’Auser gestisce da alcuni anni come centro polivalente per anziani. La prima volta hanno provocato danni, ma sopratutto hanno rubato tutti i prodotti del piccolo bar. La seconda, dopo aver esaurito le ultime scorte di bevande e alimenti, hanno devastato gli spazi rompendo ogni cosa e spargendo le polveri di un estintore. "Quando sono entrato non volevo credere ai miei occhi - racconta indignato Giorgio Ravagnani, responsabile dell’Auser -. Hanno sfasciato ogni cosa, infischiandosene del ruolo sociale di questo luogo. Hanno calpestato gli sforzi di tanti volontari che da anni si prendono cura di questo vecchio chalet. Negli ultimi anni abbiamo avuto i ladri almeno 20 volte. Ora siamo stanchi".

Purtroppo, come recita il cartello affisso dall’Auser, non si tratta di un caso isolato, piuttosto di una cattiva abitudine. I ladri scavalcano il muro di cinta del parco di Villa Ghirlanda in piena notte, poi hanno la libertà di compiere le loro scorrerie perché l’intera area non è sorvegliata. Nemmeno le forze dell’ordine hanno le chiavi per accedere alla villa. E forse, nell’epoca della digitalizzazione, basterebbe rendere elettrici i cancelli di accesso al parco per consentire un regolare pattugliamento notturno.

Il piccolo chalet, che fa parte della storia antica di Villa Ghirlanda, era in stato di abbandono prima che l’Auser lo prendesse in gestione. Nei pomeriggi di tutto l’anno ospita gruppi di anziani che si ritrovano per giocare a carte e per trascorrere le ore in compagnia. D’estate è anche un luogo apprezzato dalle madri con i bambini ed è la base per le domeniche di ballo promesse dall’Auser sulla pista sottostante. Nel cartello, l’associazione ammette che terrà chiuso "fino a data da destinarsi", lasciando intendere la richiesta al Comune di adoperarsi rapidamente per riparare i danni strutturali e per dotare la zona di sistemi di allarme e sorveglianza adeguati ai tempi.