Il gruppo cinisellese di Fiab
Il gruppo cinisellese di Fiab

Cinisello Balsamo (Milano), 22 ottobre 2018 - Si è costituita a maggio, ma ha lavorato in sordina fino a poche settimane fa, quando ha deciso di presentarsi al pubblico. Anche Cinisello Balsamo ha una sua sezione Fiab, la Federazione italiana amici della bicicletta, impegnata a livello nazionale per la diffusione della cultura della mobilità dolce e su due ruote. Un gruppo di appassionati cinisellesi si è riunito dando vita alla sezione che si propone di promuovere l’utilizzo della bicicletta non soltanto come strumento per il tempo libero, ma anche e soprattutto come alternativa all’automobile. Un tema più che attuale nella realtà metropolitana che quotidianamente si trova a combattere con le difficoltà del traffico e l’incubo dell’inquinamento atmosferico.

"Fiab si è costituta a Cinisello tra un gruppo di persone appassionate di bici, che già scelgono questo mezzo per spostarsi nel quotidiano o in vacanza – spiega Michele Folco, responsabile del gruppo -, ma l’obiettivo è diffondere questa cultura a un gruppo sempre maggiore di cittadini, affinché si comprenda che è uno strumento di trasporto utile e opportuno, soprattuto in realtà come la nostra, dove si lotta con il traffico e lo smog. Stiamo lavorando per promuovere iniziative di promozione e di educazione all’uso della bici. Soprattutto intendiamo fare lobbying, nel senso buono del termine, per aiutare le istituzioni a definire le politiche sulla ciclabilità in città".

La prima uscita pubblica di Fiab è stata in settembre in occasione del Vo.Ci, la festa del volontariato di piazza Gramsci. Ma la prima iniziativa ciclistica vera e propria è stata "Cini-Bici", la biciclettata di domenica: un evento che si è snodato tra piazza Costa e il Grugnotorto organizzato dal Comune con la stessa Fiab e Legambiente. "Sono moltissime le cose che si possono fare a Cinisello per promuovere la mobilità dolce, e tante le idee su cui stiamo lavorando – dice Folco -: la nostra città si presta benissimo a spostamenti sia in bici che a piedi".