Allarme smog a Bollate, le mamme scrivono al sindaco
Allarme smog a Bollate, le mamme scrivono al sindaco

Bollate (Milano), 9 febbraio 2017 - Mamme contro lo smog a Cassina Nuova. I livelli sempre altissimi del pm10 di questo periodo, il traffico, i fumi industriali, le condizioni climatiche sfavorevoli "questi fattori tutti insieme causano l’alto inquinamento atmosferico di cui, a pagarne il prezzo maggiore sono soprattutto i bambini, più vulnerabili degli adulti ai fattori inquinanti", spiegano le mamme della frazione bollatese preoccupate per la salute dei loro figli che a Cassina Nuova frequentano asili, scuole, centri estivi, oratori, parchi e piste ciclabili.

Stanche di subire hanno preparato una lettera-appello diretta al sindaco Francesco Vassallo. Al primo cittadino chiedono rassicurazioni: "Siamo fortemente preoccupate per quello che i nostri bambini hanno respirato e continuano a respirare a pieni polmoni giocando o facendo educazione fisica in aree aperte così vicine a fonti di inquinamento, come la tristemente nota Bitumati 2000 e l’inteso traffico di mezzi pesanti che transitano a pochi metri da case e scuole".

Per tutti questi motivi chiedono tutela per la salute dei più piccoli "garantita con misure adeguate e utili a limitarne il più possibile l’esposizione all’inquinamento che in certi periodi dell’anno, come quello in corso, raggiunge livelli altissimi prolungati nel tempo". L’obiettivo della discesa in campo delle mamme contro lo smog e quello di spingere l’amministrazione a destinare "la massima attenzione al grave problema di inquinamento atmosferico e mettere in atto misure concrete e tutti gli strumenti necessari per contenere i gravi danni". 

A tutto questo si aggiunge il timore di un futuro ancora più nero per i residenti di Cassina Nuova. L’arrivo di un nuovo centro commerciale, l’insediamento di una nuova azienda specializzata nel trattamento di rifiuti speciali, la realizzazione delle vasche del Seveso sono quello che attende la frazione: nuove minacce viste dal territorio. In attesa che le istituzioni preparino un serio piano d’azione contro l’inquinamento atmosferico, hanno cominciato le mamme ad organizzarsi.

"Che non si permettano in alcun modo, e per nessuna ragione, nuovi insediamenti di attività produttive o aumenti di produzione di quelle già esistenti che vadano ad aggravare la già grave situazione ambientale sul nostro territorio", si legge nel finale della lettera delle mamme contro lo smog.

L’appello è stato sottoscritto da altre famiglie e nei prossimi giorni sarà protocollato, mentre una delegazione delle mamme ambientaliste sarà presente all’incontro di domani sera (ore 20.30, Sala civica Alda Merini al centro civico di via San Bernardo a Cassina Nuova) programmato dal sindaco per fare il punto sulla Bitumati pronta a implementare la produzione. Parteciperanno alla serata il circolo di Bollate di Legambiente e il Comitato Vogliamo tornare a respirare.